Immagine della Madonna del Mare

Immagine della Madonna del Mare

sabato 28 gennaio 2012

Famiglia Parrocchiale del 29 gennaio 2012

domenica 29 gennaio 2012
DOMENICA IV° DEL TEMPO ORDINARIO
Letture: Dt 18,15-20; Sal 94; 1 Cor 7,32-35; Mc 1,21-28
Quarta settimana del Salterio

Dal vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafàrnao,] insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi.
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui.
Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnaménto nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!».
La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.

Grazie, o Gesù, per questo nuovo giorno di festa che dona gioia e riempie il cuore di speranza. Voglio lodarti e benedirti con tutta la Chiesa e insieme agli angeli e santi proclamare che tu sei il Signore, mio Salvatore. “Tu mi hai riscattato con il tuo sangue”, mi hai liberato dal potere delle tenebre e mi hai ridato lo splendore di figlio di Dio, trasferendomi nel tuo Regno, che è Regno di amore, di giustizia e di pace.

Come la folla nella sinagoga di Cafarnao, anch'io ti ascolto pieno di ammirazione, perché tu, o Gesù, sei la parola potente di Dio. Ti prego, entra nel mio cuore e illuminalo, liberami dal male, rendimi capace di compiere il bene e di amare come tu mi ami. La tua Parola, o Gesù, non è retorica, stanca e ripetitiva ma "è viva, efficace e più tagliente di una spada a doppio taglio" (Eb 4,I2) che penetra nel cuore di ogni uomo, smaschera le ipocrisie, muove alla conversione e consola.

Ti prego, o Gesù, scaccia lo spirito immondo, che ancora si annida nel mio cuore e mi impedisce di seguirti libero e spedito. Spesso ti tengo lontano dalla mia quotidianità, relegandoti unicamente nel sacro e nel profondo del mio cuore si fa strada il dubbio che tu mi sia di ostacolo alla piena riuscita della mia vita. Guariscimi dalla "durezza di cuore", che rinchiude la tua Parola nella morte dell'ovvio e del già noto, precludendo ogni novità.

Liberami dalla presunzione di ritenermi giusto, solo perché celebro la liturgia nella tua Chiesa. Oggi mi hai fatto toccare con mano che lo spirito immondo abita anche nella sinagoga, partecipa alla preghiera e, nello stesso tempo, grida verso di te la sua affermazione terribile: "Che c’entri con noi, sei venuto per rovinarci! Io so che tu sei il Santo di Dio'.

O Gesù, liberami dalla superficialità e dall'entusiasmo solo emozionale, donami una fede matura che non si tira indietro di fronte alle difficoltà e alla croce. Fammi comprendere che la conversione è sempre un cammino doloroso. Il demonio non se ne va con gentilezza e cortesi saluti, ma esce dall'uomo "straziandolo e gridando forte".

La lotta che tu, o Gesù, hai ingaggiato con lo spirito immondo è una lotta dura e senza quartiere. Qui sembra che una tua parola sistemi tutto, però tu sai che la lotta continuerà nell'orto degli ulivi, dove affronterai il demonio della paura e dello sconforto, e si concluderà solo sul Calvario, quando, inchiodato alla croce, morirai come un messia povero e debole, ma generoso fino al dono della tua vita.

Realtà difficile da capire e da vivere. Per questo ti chiedo di guarirmi da ogni entusiasmo facilone e di donarmi la forza della pazienza e il coraggio della perseveranza per rimanere sempre con te.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 29 gennaio al 5 febbraio

lunedì 30
• Nel pomeriggio, in Oratorio, “Pomeriggio Insieme” per gli Anziani.
• Ore 19.30, incontro Gruppo Giovanissimi.

martedì 31
• Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

mercoledì 1
• Al termine della S. Messa serale, catechesi, tenuta dal parroco, per giovani e adulti sul tema dell’Eucarestia.
• Ore 20.30, Gruppo Giovani.

giovedì 2
Festa della Presentazione del Signore, detta Candelora
Giornata della Vita Consacrata e di preghiera per le vocazioni
• Durante la S. Messa serale, benedizione e processione in Chiesa e al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione del SS. Sacramento.

venerdì 3
Primo Venerdì del Mese e Memoria di S. Biagio
• Al termine delle SS. Messe, benedizione della gola.
• Ore 20.30, incontro di formazione per fidanzati in preparazione al matrimonio, nella sala parrocchiale, con entrata dal P.le Rosmini.
• Ore 20.30, Prove del Coro Giovani.

sabato 4
• Ore 16.30, incontro del Gruppo Dopo-Cresima.
domenica 5 Giornata per la Vita
• Alla S. Messa delle ore 11.30, presenza del Gruppo ADOS, in onore della loro patrona S. Agata.

Giornata del Malato
Sabato 11 febbraio, festa della Madonna di Lourdes, ricorre anche la Giornata del Malato. La consueta celebrazione a carattere diocesano, presieduta dal Vescovo, e animata dall’Unitalsi, è posticipata a domenica 12 febbraio, alle ore 16.00, sempre nella nostra Chiesa. Le persone ammalate, che desiderano partecipare alla S. Messa ma che non hanno chi li accompagna in Chiesa, possono contattare gli uffici dell’Unitalsi o l’ufficio parrocchiale.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 29 gennaio al 5 febbraio

domenica 29 gennaio
ore 8.30 - def.to Umberto Ceppi
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Mario Depangher e Nino Crevatin
ore 18.00 -

lunedì 30 gennaio
ore 8.30 - def.to Claudio Torcello
ore 18.00 - def.ta Ada Turra
- def.ti Novella e Renato

martedì 31 gennaio
ore 8.30 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 18.00 - def.te Gemma e Luciana

mercoledì 1 febbraio
ore 8.30 - def.to Domenico Sponza
- def.to Ernesto e def.ti Famiglia Tirelo
ore 18.00 - def.ta Novella Furlani
- def.to Renato Suzzi
- def.ti Famiglia Dean

giovedì 2 febbraio
ore 8.30 - def.ta Elda Godina
- def.to Liberale Radesic
ore 18.00 - def.to Padre Dario Jechich

venerdì 3 febbraio
ore 8.30 - def.to Giovanni
ore 18.00 - def.ta Antonia Baiz
- def.ta Anna Antonini

sabato 4 febbraio
ore 8.30 - def.ta Danila Stembergher
ore 18.00 - def.to Paolo Bearz
- def.ti Famiglia Petrini

domenica 5 febbraio
ore 8.30 - def.to Oddone
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Eufemia e Leopoldo Giugovaz
- def.te Fernanda e Sabina Bastiani
ore 18.00 - def.ta Antonietta Lacuku

domenica 22 gennaio 2012

Famiglia Parrocchiale del 22 gennaio 2012

domenica 22 gennaio 2012
DOMENICA III° DEL TEMPO ORDINARIO
Letture: Gio 3,1-5.10; Sal 24; 1 Cor 7,29-31; Mc 1,14-20
Terza settimana del Salterio

Dal vangelo secondo Marco

Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, e diceva: «Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo».
Passando lungo il mare di Galilea, vide Simone e Andrea, fratello di Simone, mentre gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. Gesù disse loro: «Venite dietro a me, vi farò diventare pescatori di uomini». E subito lasciarono le reti e lo seguirono.
Andando un poco oltre, vide Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, mentre anch'essi nella barca riparavano le reti. E subito li chiamò. Ed essi lasciarono il loro padre Zebedèo nella barca con i garzoni e andarono dietro a lui.

È passato il tempo in cui il progetto di Dio rimaneva nel profondo del cuore dei poveri. Quello che sembrava avvolto nella nebbia di un futuro imprendibile è diventato realtà che si può toccare con mano. Ora è il momento dell'annuncio, un annuncio splendido, un annuncio di gioia: "Il tempo è compiuto, il regno di Dio è vicino". Nulla è più come prima, perché Dio interviene in prima persona, si impegna direttamente a realizzare un mondo nuovo, libero dalle storture che tanto pesano sui poveri e sugli indifesi.

Sì, o Gesù, questo è il momento giusto, non devo aspettare oltre: Dio è qui per la mia salvezza e per la salvezza del mondo. Anche se non lo sento, anche se non me ne accorgo, anche se la stanchezza annebbia la mia vista interiore. Dio è qui e si prende cura di me.

Per entrare nel tuo Regno tu non chiedi, o Gesù, attestati di benemerenza né diplomi di buona condotta o dichiarazioni di retta dottrina. Il regno di Dio è gratis, devo solo crederci e accoglierlo. Ciò che conta è affidarmi a Dio con tutto il cuore e con tutta l'anima, disposto a lasciarmi cambiare la vita, per entrare in una gioia insperata.

"Convertitevi e credete al vangelo". Già, convertirmi! Non posso continuare il mio cammino come se niente fosse, devo cambiare strada, cambiare idee e testa, cambiare cuore e direzione ai miei passi. Il regno di Dio viene per tua iniziativa, o Gesù, ma l'ingresso è riservato alla mia libertà.

Ti prego con tutte le forze: converti il mio cuore, o Gesù. Fa’ che io ti cerchi e mi percepisca amato da te, perché in concreto convertirmi significa credere e credere altro non è che aderire a te, venire dietro a te e stare con te. Come Simone e Andrea, come Giacomo e Giovanni, fa' che io lasci le reti, tutte le reti che mi legano e mi impediscono di lasciarmi amare da te, o Gesù.

Signore, insegnami a riconoscere nel tempo che mi doni i momenti del tuo passaggio e donami insieme la forza di rispondere con entusiasmo alla tua Parola. Contro tutto ciò che nel mondo appare come segno di disperazione e di morte, mantienimi nella certezza che il tuo Regno è sempre vicino e i suoi confini raggiungono l'infinito.

Liberami dalla pigrizia che mi paralizza, aprimi alla convinzione che è possibile, sempre, tutti i giorni, costruire un mondo nuovo alternativo al regno dell'egoismo, dove possa godere della grande gioia, che sgorga dall'aver trovato il tuo Regno.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 22 gennaio al 29 gennaio

domenica 22
• Ricordiamo P. Teodoro Dal Cengio nell’anniversario della sua morte (2008).

lunedì 23
• Nel pomeriggio, in Oratorio, “Pomeriggio Insieme” per gli Anziani.
• Ore 19.30, incontro Gruppo Giovanissimi.

martedì 24
• Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

mercoledì 25
• Al termine della S. Messa serale, catechesi, tenuta dal parroco, per giovani e adulti sul tema dell’Eucarestia.
• Ore 20.30, Gruppo Giovani.

giovedì 26
Festa della Conversione di San Paolo
e conclusione della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani
• Ore 16.00, incontro dell’Azione Cattolica adulti.
• Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione del SS. Sacramento.

venerdì 27
• Ore 20.30, inizio degli incontri di formazione per fidanzati in preparazione al matrimonio, nella sala parrocchiale, con entrata dal P.le Rosmini.
• Ore 20.30, Prove del Coro Giovani.

sabato 28
• Ore 16.30, incontro del Gruppo Dopo-Cresima.

Prossimi appuntamenti
• Giovedì 2 febbraio, festa della presentazione di Gesù al tempio, detta Candelora, e giornata per la vita consacrata. Siamo invitati a pregare per la santità dei religiosi e religiose e per le vocazioni alla vita consacrata.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 22 gennaio al 29 gennaio

domenica 22 gennaio
ore 8.30 - def.ta Antonia Benvegnù
- def.to Claudio
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.to Padre Teodoro Dal Cengio
- def.ti Eugenio, Elisabetta e Silvana
- def.to Mario Giorgi
ore 18.00 - def.ti Matteo, Antonia e Alessio

lunedì 23 gennaio
ore 8.30 - def.to Francesco Di Tullio
- def.ta Maria Giovanna
- Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 18.00 - def.ti Carissima e Salvatore Lia
- def.ti Famiglie Verbanac, Jung e Vatavuk

martedì 24 gennaio
ore 8.30 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 18.00 - def.ti Riccardo e Fiora Cadore
- def.ti Adelaide e Gaetano Bombacinio
- def.ta Lina Fanutti

mercoledì 25 gennaio
ore 8.30 - def.ti Corrado
- Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 18.00 - def.ta Ada Bucher

giovedì 26 gennaio
ore 8.30 - def.ti Luciano e Maurizio Sivini
ore 18.00 - def.to Padre Dario Jechich
- Secondo l’intenzione dell’offerente

venerdì 27 gennaio
ore 8.30 - def.ti Libero e Dianella Grillandini
- def.ti Carolina e Ignazio
- def.ta Annamaria
ore 18.00 - def.to Gaetano Ippoliti
- def.ta Nives Tamburini

sabato 28 gennaio
ore 8.30 -
ore 18.00 - def.to Piero Benussi

domenica 29 gennaio
ore 8.30 -
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Mario Depangher e Nino Crevatin
ore 18.00 -

martedì 17 gennaio 2012

Si comunica che il prossimo sabato (21 gennaio 2012), presso il campo IX del cimitero di S.Anna di Trieste, alle ore 09.20 avverrà la benedizione e la sepoltura della salma di p.Dario Jechich

domenica 15 gennaio 2012

Famiglia Parrocchiale del 15 gennaio 2011

domenica 15 gennaio 2012
DOMENICA II° DEL TEMPO ORDINARIO
Letture: 1 Sam 3,3b-10.19; Sal 39; 1 Cor 6,13c-15a.17-20; Gv 1,35-42
Seconda settimana del Salterio

Dal vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Giovanni stava con due dei suoi discepoli e, fissando lo sguardo su Gesù che passava, disse: «Ecco l'agnello di Dio!». E i suoi due discepoli, sentendolo parlare così, seguirono Gesù. Gesù allora si voltò e, osservando che essi lo seguivano, disse loro: «Che cosa cercate?». Gli risposero: «Rabbi - che, tradotto, significa maestro -, dove dimori?». Disse loro: «Venite e vedrete». Andarono dunque e videro dove egli dimorava e quel giorno rimasero con lui: erano circa le quattro del pomeriggio. Uno dei due che avevano udito le parole di Giovanni e lo avevano seguito, era Andrea, fratello di Simon Pietro. Egli incontrò per primo suo fratello Simone e gli disse: «Abbiamo trovato il Messia» - che si traduce Cristo - e lo condusse da Gesù. Fissando lo sguardo su di lui, Gesù disse: «Tu sei Simone, il figlio di Giovanni; sarai chiamato Cefa», che significa Pietro.

Signore Gesù, ti prego: fa’ che anche oggi possa incontrarti sulla mia strada, fa’ che il tuo amore continui a modellare il mio cuore. L’ascolto della tua Parola mi faccia ritrovare la freschezza della decisione di seguirti ovunque tu mi conduci e la celebrazione della tua eucaristia susciti in me un desiderio sempre più ardente di incontrarti, sempre più gioia nello stare con te senza stare a misurare il tempo con il cronometro. Non è certo con gli sms che posso comunicare con te né riservandoti i rimasugli di una giornata e tanto meno biascicando formule di preghiere o appiattendomi nella monotona ripetizione di gesti. Con sant'Anselmo, anch'io ti prego: "Insegnami a cercarti e mostrati quando ti cerco. Che io ti cerchi desiderandoti e ti desideri cercandoti, che io ti trovi amandoti e ti ami trovandoti".
Oggi, Gesù, voglio ringraziarti per le persone buone che mi hanno parlato di te e mi hanno trasmesso in modo semplice la loro fede e la gioia di averti incontrato. Donami sempre attenzione e apertura di cuore, perché "la fede viene dall'ascolto" (Rm 70,17). Donami fiducia, affinché esca dal chiuso del mio io e scopra che c'è dell'altro da sentire e non soltanto l'eco delle mie parole o il riverbero delle mie sensazioni. Liberami dal groviglio dei miei pensieri e dalle ambiguità dei miei sentimenti, affinché tu possa entrare nel mondo delle mie attese e dei miei sogni. Aiutami a mettermi nel gioco della relazione con te.

A Giovanni e Andrea, che si erano messi a seguirti, tu hai chiesto di fare chiarezza: "Che cercate? Che cosa sperate di ottenere seguendomi?". Andando avanti nella vita, nuove domande e nuovi dubbi mi assalgono, divento più ansioso, sempre più bisognoso di essere rassicurato, compreso e amato. Grazie, Gesù, perché oggi la tua Parola mi fa ritornare alle origini, non come alla foto nostalgica del primo giorno della mia scelta vocazionale, ma come al cuore vivo e pulsante della fede, non per sognare un impossibile "come ero", ma per riprendere le radici che alimentano la linfa vitale del mio presente. Tu sei il Figlio di Dio, che offri la tua vita per la vita di tutti. Tu conosci tutto, sai tutto di me, mi guardi senza farmi arrossire, mi leggi dentro senza violentarmi, mi accogli così come sono, perché sei venuto non in cerca dei santi, ma dei peccatori.

Andrea e Giovanni vorrebbero stare subito con te: "Rabbì, dove abiti?", ti chiedono pieni di speranza, ma tu ribatti che si può abitare presso di te solo come un "venire" che porta a un vedere futuro: "Venite e vedrete". Tanti, lungo il corso dei secoli, sono venuti a te, attratti dalla forza misteriosa, che risplende sul tuo volto di Crocifisso: "Quando sarò elevato da terra attirerò tutti a me". Sono venuti di notte, incerti, dubbiosi, sono venuti curiosi o minacciosi, interessati, come la folla, che ti voleva fare re, perché avevi dato loro dei pani da mangiare; talvolta sono venuti con una storia poco pulita alle spalle, come la Samaritana, che aveva avuto tanti mariti. O Gesù, gli uomini continuano a venire a te, anche se questo comporta uno spaesamento, un cambio di vita, un passare dalla fede del bisogno alla relazione dell'incontro!

Attirami sempre a te, o Gesù, vinci la mia stanchezza, la pesantezza degli anni, la monotonia del mio quotidiano. Fa’ che io trovi tempo e gioia per stare con te€, per ascoltarti, per decifrare i tuoi gesti, comprendere le tue scelte, affinché sappia comunicare agli altri la letizia e la speranza che tu fai sorgere in me.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 15 gennaio al 22 gennaio

lunedì 16
• Nel pomeriggio, in Oratorio, “Pomeriggio Insieme” per gli Anziani.
• Ore 19.30, incontro Gruppo Giovanissimi.

martedì 17
• Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

mercoledì 18
• Ore 20.30, Gruppo Giovani.

giovedì 19
• Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione del SS. Sacramento.

venerdì 20
• Ore 20.30, Prove del Coro Giovani.

sabato 21
• Ore 16.30, incontro del Gruppo Dopo-Cresima.

domenica 22
• Ricordiamo P. Teodoro Dal Cengio nell’anniversario della sua morte (2008).

La comunità dei frati e i famigliari ringraziano tutti coloro che in questi giorni hanno espresso la vicinanza e il cordoglio per la scomparsa di Padre Dario Jechich. Numerosa e intensa è stata la partecipazione al rito delle esequie che si è svolto sabato mattina in questa Chiesa. Il feretro si trova nelle celle del cimitero di S. Anna. Appena giungerà il nulla osta, la sepoltura avrà luogo presso il campo IX, riservato ai sacerdoti e ai religiosi, secondo le volontà espresse da Padre Dario nel suo testamento spirituale.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 15 gennaio al 22 gennaio

domenica 15 gennaio
ore 8.30 - def.ta Maria
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Ersilia e Giuseppe Perini
ore 18.00 - def.ta Silvana
- def.ti Famiglie Beccari e Longagnani

lunedì 16 gennaio
ore 8.30 - def.ti Antonio e Antonietta Facchini
- def.ta Teresa Marangon
- def.ti Assunta e Ottorino
ore 18.00 - def.ta Irma Ippoliti
- def.ta Antonietta Tarantino (obitus)
- def.to Antonio

martedì 17 gennaio
ore 8.30 - def.ti Andrea e Ottavio Querzola
- def.ta Maria Pelin
ore 18.00 - def.ti Biagio e Barbara Zingale
- def.ti Livio e Giuseppe
- def.ti Antonio, Nina, Antonio e Rosa

mercoledì 18 gennaio
ore 8.30 - def.ti Giovanna e Antonio
ore 18.00 - def.to Osvaldo Gentile

giovedì 19 gennaio
ore 8.30 - def.to Sergio Ziani
ore 18.00 - def.ta Gianna Poletti

venerdì 20 gennaio
ore 8.30 - def.to Giovanni Pincin
ore 18.00 - def.to Ferruccio Furlani

sabato 21 gennaio
ore 8.30 - def.ta Giuseppina
- def.ti Valeria e Giuseppe Canziani
ore 18.00 -

domenica 22 gennaio
ore 8.30 - def.ta Antonia Benvegnù
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.to Padre Teodoro Dal Cengio
- def.ti Eugenio, Elisabetta e Silvana
- def.to Mario Giorgi
ore 18.00 -

sabato 7 gennaio 2012

Famiglia Parrocchiale del 08 gennaio 2012

domenica 8 gennaio 2012
FESTA DEL BATTESIMO DI GESÙ
Letture: Is 55,1-11; Is 12,2-6; 1 Gv 5,1-9; Mc 1,7-11
Prima settimana del Salterio

Dal vangelo secondo Marco

In quel tempo, Giovanni proclamava: «Viene dopo di me colui che è più forte di me: io non sono degno di chinarmi per slegare i lacci dei suoi sandali. Io vi ho battezzato con acqua, ma egli vi battezzerà in Spirito Santo».
Ed ecco, in quei giorni, Gesù venne da Nazaret di Galilea e fu battezzato nel Giordano da Giovanni. E, subito, uscendo dall'acqua, vide squarciarsi i cieli e lo Spirito discendere verso di lui come una colomba. E venne una voce dal cielo: «Tu sei il Figlio mio, l'amato: in te ho posto il mio compiacimento».

Per me, Gesù, il battesimo evoca gioia, festa.
Ma quel giorno che tu hai voluto ricevere il battesimo da Giovanni,
non sei andato al ristorante né hai distribuito confetti.
Subito lo Spirito ti ha sospinto nel deserto,
dove sei rimasto quaranta giorni tentato dal diavolo.

Apparentemente tutto si è svolto nell’ordinarietà: ti sei messo in fila come un peccatore qualsiasi e hai aspettato il tuo turno come tutti.
Nessuno dei presenti ti conosceva, tranne il Battista, il quale,
a ragione, con la sua voce potente, scuoteva la folla dicendo:
“In mezzo a voi c’è uno che voi non conoscete”.

Eppure, o Gesù, il tuo battesimo è la scena più sorprendente che mai sia esistita. Non avrei mai immaginato che tu, il Figlio benedetto di Dio,
il Giusto, ti saresti messo in fila con noi peccatori.
Immergendoti nelle acque del Giordano
ti sei come affogato nei nostri peccati.
Veramente tu sei un Dio meraviglioso, sorprendente!

Venendo in questo mondo per salvarci, non hai trovato altro modo
che quello di immergerti fino in fondo nella nostra umanità
e diventare solidale con noi peccatori.
Il Padre vede e ti approva e solennemente dichiara:
"Tu sei il Figlio mio prediletto, in te mi sono compiaciuto".
Innamorato di te, trabocca pieno di felicità,
perché vede realizzarsi quanto aveva sognato.

Il tuo battesimo è la porta d'ingresso nel vangelo.
La solidarietà con i tuoi fratelli bisognosi è la scelta fondamentale
della tua missione. Qui viene anticipato ciò che vedrò compiuto
alla fine del vangelo sul calvario:
qui ti vedo in fila coi peccatori, là ti vedrò in croce in mezzo a due ladri;
qui ti immergi nell'acqua da cui noi tutti nasciamo, là affogherai nella morte per cui tutti moriamo;
qui si squarciano i cieli, là si squarcerà il velo del tempio;
qui scende lo Spirito, là "emetterai il tuo spirito";
qui dal cielo la voce del Padre ti proclama suo Figlio,
là la voce del centurione, con stupore, dichiarerà:
"Veramente questi era Figlio di Dio".

Io ti lodo, o Gesù, e ti benedico con tutto il cuore, perché con te,
che ti immergi nell’abisso della mia miseria e dei miei peccati,
mi viene incontro il cielo.
Grazie a te, o Gesù, le acque del battesimo sono santificate dallo Spirito Santo, e sono diventate per me sorgente di una nuova vita, la vita dei figli. Ora so che anche su di me si posa lo sguardo benedicente del Padre tuo e, con infinita tenerezza, proclama: è mio figlio!

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dall’ 8 gennaio al 15 gennaio

domenica 8 Festa del Battesimo di Gesù
• Durante la S. Messa delle ore 10.00, amministrazione del Sacramento del Battesimo e ricordo dei Battesimi celebrati nel 2011.

lunedì 9
• Nel pomeriggio, in Oratorio, “Pomeriggio Insieme” per gli Anziani.

martedì 10
• Ore 16.30, ripresa del catechismo parrocchiale.

mercoledì 11
• Al termine della S. Messa serale, catechesi per giovani e adulti.

giovedì 12
• Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione del SS. Sacramento.

venerdì 13
• Ore 20.30, incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

sabato 14
• Ore 20.30, in Chiesa, concerto “Signum Perennis Glorie”. Canteranno il coro “Amici del Canto Gregoriano”, diretti dal maestro Loss e il coro “Fran Venturini”. Il programma completo in bacheca.

Con la conclusione del tempo di Natale, caratterizzato dalle celebrazioni proprie, riprende il cammino ordinario liturgico e pastorale con i consueti appuntamenti di formazione, catechesi e preghiera e con il calendario degli incontri propri di ogni gruppo.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dall’ 8 gennaio al 15 gennaio

domenica 8 gennaio
FESTA DEL BATTESIMO DEL SIGNORE
ore 8.30 - def.to Antonio Creglia
- Per le Anime del Purgatorio
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Maria e Giuseppe
ore 18.00 - def.to Dario Cavazzon

lunedì 9 gennaio
ore 8.30 - def.ti Marin e Poliese
- Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 18.00 - def.ta Nina

martedì 10 gennaio
ore 8.30 - def.ti Ugo e Cecilia Zamuner
ore 18.00 - def.to Firmina Suzzi
- def.to Paolo Perosa
- def.to Antonio Calci
- def.to Tullio Galante

mercoledì 11 gennaio
ore 8.30 - def.ti Carmela, Giuseppe e Guido
ore 18.00 - def.to Luca Kirchmayer

giovedì 12 gennaio
ore 8.30 - def.te Danila e Pierina Michieletti
ore 18.00 - def.to Claudio Depolo (obitus)

venerdì 13 gennaio
ore 8.30 - def.to Rolando
- def.to Ezio
ore 18.00 - def.to Piergiorgio Stefani
- def.to Sergio Michelazzi
- Secondo l’intenzione dell’offerente

sabato 14 gennaio
ore 8.30 - def.ta Danila Stembergher
ore 18.00 - def.ti Anna, Romeo e Frediano

domenica 15 gennaio
ore 8.30 - def.ta Maria
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Ersilia e Giuseppe Perini
ore 18.00 - def.ta Silvana
- def.ti Famiglie Beccari e Longagnani