Immagine della Madonna del Mare

Immagine della Madonna del Mare

sabato 28 gennaio 2017

Famiglia Parrocchiale del 29 gennaio 2017


FAMIGLIA  PARROCCHIALE
Bollettino   della   Parrocchia   Madonna   del   Mare   -   Trieste
tel.  040.301411 (Convento, Ufficio Parrocchiale e Fax)  -  040.303189 (Oratorio)
e-mail:  parrocchia@madonnadelmare.it    web:  madonnadelmare.blogspot.com

domenica   29   gennaio   2017
IVa  domenica  del  tempo  ordinario

Letture: Sof 2,3; 3, 12-13; Sal 145; 1 Cor 1, 26-31; Mt 5,1-12a
Quarta  settimana  del  Salterio


Dal vangelo secondo Matteo
In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo:
«Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati.
Beati i miti, perché avranno in eredità la terra.
Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati.
Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia.
Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio.
Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.
Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».


Lettura

La parola di Dio di questa domenica concentra la nostra attenzione sulle beatitudini: esse raccolgono in forma organica gli insegnamenti che Gesù ha proposto in varie circostanze e offrono una specie di primo catechismo, che guida i cristiani nella loro maniera di vivere e di comportarsi. Le beatitudini ci indicano la via per entrare in comunione con Dio attraverso il suo modo di pensare, di valutare, di agire. La scelta e la predilezione di Gesù per i poveri e gli umili ci riporta al progetto originario di Dio sul mondo e sull’uomo, fatto di confidente fiducia e di abbandono, di umile ascolto e gioiosa condivisione, alieno da ogni forma di violenza e di predominio. Le beatitudini sono state vissute tutte in anteprima da Gesù, compresa la persecuzione e la croce.

Meditazione

I modelli di felicità che il mondo propone sono agli antipodi del Vangelo. Non si tratta più di imporre la forza delle armi, la legge del denaro per conquistare gli altri.
Al contrario, secondo Gesù, si tratta di vivere la felicità che Dio offre nel suo Figlio.
Essa consiste sostanzialmente nella povertà di cuore, nella mitezza, nella consolazione, nella conformità a Dio, nella misericordia, nella rettitudine, nella riconciliazione, nella fedeltà.
Ciascuno di noi è invitato a identificarsi totalmente con Gesù; nella fede, assumiamo anche noi un destino identico al suo: il giusto deve soffrire per causa dell’ingiustizia, come dimostra l’esperienza concreta e personale vissuta dai discepoli di Gesù subito dopo la morte del Maestro. Essi sopportarono calunnie, insulti, persecuzioni e persino la morte per amore di Cristo. Le beatitudini non sono una apologia della debolezza, non consistono nel dolore, nella miseria, nella resistenza stoica in condizioni disumane; ma esaltano la forza vera proponendo un comportamento nuovo, fanno appello alla parte migliore dell’uomo e lo indirizzano ad una perfezione superiore, cioè a Dio stesso.
Nelle beatitudini Gesù propone a tutti la conoscenza che egli ha del Padre, ne descrive il vero volto, racconta la sua esperienza di comunione con lui, così come egli l’ha vissuta e la vive. Il Padre è un Dio misericordioso, un Dio mite, un Dio che ama la pace, un Dio che, per amore, è pronto a soffrire. Le beatitudini sono la “magna charta” e la norma del regno di Dio, punto essenziale di orientamento per la vita della Chiesa in tutti i tempi.

Preghiera

O Dio, che hai promesso ai poveri e agli umili la gioia del tuo regno, fa’ che la Chiesa non si lasci sedurre dalle potenze del mondo, ma a somiglianza dei piccoli del Vangelo segua con fiducia il suo sposo e Signore

Preghiera per le vocazioni

A Te, Signore, con profonda fiducia, noi ci rivolgiamo per mezzo di Maria, Madre tua e Madre nostra. Fa’ che nella Chiesa non manchino le Vocazioni, in particolare quelle di totale dedizione al tuo Regno. Ti preghiamo per tanti fratelli e sorelle che hanno risposto un “Sì d’Amore totale” alla Tua chiamata al sacerdozio, alla vita consacrata e alla missione. Ti preghiamo per coloro che, nella vita di coppia e di famiglia, sono chiamati ad una testimonianza di Amore fedele. Fa’ che le loro esistenze si rinnovino giorno dopo giorno, e siano segno vivente del “Vangelo della chiamata”. Signore della tenerezza e della misericordia, dona ai nostri cuori, talvolta confusi ed incerti, una grande riserva di Fiducia. Tu che ci ami nei secoli dei secoli. Amen.

Avvisi   parrocchiali


domenica  29
IVa  Domenica  del  Tempo  Ordinario
·    Ore 16.00, presso la Parrocchia di S. Francesco in via Giulia, celebrazione della Giornata Diocesana per la Vita Consacrata, con la recita dei Vespri e la riflessione del nostro Vescovo Giampaolo. Tutti sono invitati a partecipare.
lunedì  30
·   Ore 15.30, “Pomeriggio Insieme” per gli anziani in Oratorio
martedì  31
San  Giovanni  Bosco
·   Ore 16.30, Catechismo Parrocchiale in Oratorio
mercoledì  1
·   Al termine della S. Messa serale, catechesi per giovani e adulti sul tema dei 10 comandamenti.
giovedì  2
Festa  della  Presentazione  del  Signore,  detta  Candelora
Giornata  della  Vita  Consacrata
·   Alla S. Messa serale, benedizione delle candele e processione in Chiesa. Al termine della S. Messa, adorazione eucaristica per le vocazioni.
venerdì  3
Primo  Venerdì  del  Mese
·   Ore 20.30, incontro per fidanzati in preparazione al Sacramento del Matrimonio.
domenica  5
IVa  Domenica  del  Tempo  Ordinario
Giornata  per  la  Vita
·    Come da tradizione, davanti alla Chiesa sono in vendita delle primule per sostenere le attività diocesane del “Movimento per la Vita” e viene offerto anche del materiale informativo.

Prossimi appuntamenti

Sabato 11 febbraio: festa della Madonna di Lourdes e Giornata del Malato.
Ore 16.00, S. Messa con i malati, animata dall’Unitalsi e presieduta dal nostro Vescovo. Gli ammalati e le persone con difficoltà motorie che desiderano partecipare alla S. Messa, se non hanno nessuno che li accompagni, possono contattare l’UNITALSI. Altre informazioni e numeri telefonici nei pieghevoli e locandine in fondo alla Chiesa.

Domenica 12 febbraio: ore 10.00, celebrazione degli anniversari di matrimonio. Sono invitate tutte le coppie che nel corso del 2017 ricordano i 5, 10, 15, 20… 45, 50 e seguenti anni di matrimonio.
fra Andrea, parroco

INTENZIONI   SS.  MESSE


domenica  29
gennaio
IVa  Domenica  del  Tempo  Ordinario
ore    8.30   - def.to Ferruccio
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   - def.to Franco
ore  18.00   -
lunedì  30
gennaio
ore    8.30   - def.ti  Novella e Renato
ore  18.00   -
martedì  31
gennaio
San  Giovanni  Bosco
ore    8.30   -
ore  18.00   - Antonio
mercoledì  1
febbraio
ore    8.30   -
ore  18.00   - def.to Michele
giovedì  2
febbraio
Festa  della  Presentazione  del  Signore,  detta  Candelora
Giornata  della  Vita  Consacrata
ore    8.30   -
ore  18.00   - def.ta Flora
venerdì  3
febbraio
Primo  Venerdì  del  Mese
ore    8.30   -
ore  18.00   - def.ta Antonia Baitz
sabato  4
febbraio
ore    8.30   -
ore  18.00   - def.to Paolo Bearz
domenica  5
febbraio
Va  Domenica  del  Tempo  Ordinario
Giornata  per  la  Vita
ore    8.30   - def.to Michele
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   - def.ti  Eufemia e Leopoldo
                  - def.ti  Ester, Fernanda e Sabina Bastiani
ore  18.00   - def.to Oddone

sabato 21 gennaio 2017

Famiglia Parrocchiale del 22 gennaio 2017







FAMIGLIA  PARROCCHIALE
Bollettino   della   Parrocchia   Madonna   del   Mare   -   Trieste
tel.  040.301411 (Convento, Ufficio Parrocchiale e Fax)  -  040.303189 (Oratorio)
e-mail:  parrocchia@madonnadelmare.it    web:  madonnadelmare.blogspot.com

domenica   22   gennaio   2017
IIIa  domenica  del  tempo  ordinario

Letture: Is 8,23b - 9,3; Sal 26; 1 Cor 1,10-13. 17; Mt 4,12-23
Terza  settimana  del  Salterio


Dal vangelo secondo Matteo
Quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa:
«Terra di Zàbulon e terra di Nèftali,
sulla via del mare, oltre il Giordano,
Galilea delle genti!
Il popolo che abitava nelle tenebre
vide una grande luce,
per quelli che abitavano in regione e ombra di morte
una luce è sorta».Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino».
Mentre camminava lungo il mare di Galilea, vide due fratelli, Simone, chiamato Pietro, e Andrea suo fratello, che gettavano le reti in mare; erano infatti pescatori. E disse loro: «Venite dietro a me, vi farò pescatori di uomini». Ed essi subito lasciarono le reti e lo seguirono. Andando oltre, vide altri due fratelli, Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni suo fratello, che nella barca, insieme a Zebedeo loro padre, riparavano le loro reti, e li chiamò. Ed essi subito lasciarono la barca e il loro padre e lo seguirono.
Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo.


Lettura

Gesù viene spinto a intraprendere il suo ministero dalla notizia dolorosa dell’arresto di Giovanni Battista, e sceglie di iniziare dalla Galilea. I giudei di Gerusalemme disprezzavano i galilei: li ritenevano persone poco istruite, ignoranti della Legge e delle disposizioni rabbiniche, influenzati dai costumi dei pagani. Gesù, iniziando la sua missione, sceglie i primi destinatari della sua parola: non i giudei puri, ma gli esclusi e lontani. Matteo legge il cambiamento di residenza da parte di Gesù come l’adempimento della profezia di Isaìa: “su coloro che abitavano in terra tenebrosa una luce rifulse” (9,1). È nella “Galilea dei pagani” che comincia a brillare l’aurora di un nuovo giorno inondato dalla luce messianica.


Meditazione

La prima parola di Gesù è l’invito pressante alla conversione, in continuità con la predicazione del Battista. La conversione è il passo iniziale per accogliere la luce nuova che conduce alla salvezza ormai vicina. Gesù intende formare attorno a sé una comunità di discepoli che, plasmati dalla sua sequela e dalla condivisione della vita, lavorino per il regno di Dio. Una caratteristica che distinguerà la comunità di Gesù è quella di vivere stabilmente con lui. Marco sottolinea che il primo desiderio di Gesù era che gli apostoli “stessero con lui” (Mc 3,14). Nelle scuole dei rabbini, i discepoli divenivano allievi con la speranza di trasformarsi, un giorno, anch’essi in maestri. Il discepolo di Cristo, invece, resta sempre tale. Il compito principale che Gesù intende affidare ai suoi seguaci, consiste nel diventare “pescatori di uomini”. Il nuovo genere di “pesca” consisterà nel radunare uomini nella rete di Dio, che “prende” l’uomo e lo salva dalle onde del mare. Gesù intende affidare loro la missione di servizio alla Parola di Dio che procura la salvezza. È un compito simile a quello dei profeti dell’Antico Testamento, affidato in termini irresistibili da Dio, che non escludeva la possibile ripugnanza e la percezione dell’inadeguatezza che il chiamato presagisce, pensando alle resistenze che i contemporanei gli opporranno. Il discepolato rende partecipi della missione di Cristo, ricevendone i suoi poteri, l’assistenza del suo Spirito: dovrà condividere in pieno la sua sorte.


Preghiera  per  le  Vocazioni

Ti preghiamo, Signore, perché continui ad assistere e arricchire la tua Chiesa con il dono delle vocazioni.
Ti preghiamo perché molti vogliano accogliere la tua voce e rallegrino la tua Chiesa con la generosità e la fedeltà delle loro risposte.
Ti preghiamo, Signore, per i tuoi vescovi, i sacerdoti, i diaconi, i consacrati e tutti i laici che svolgono un ministero nella comunità cristiana.
Ti preghiamo, Signore, per coloro che stanno aprendo il loro animo alla tua chiamata: la tua Parola li illumini, il tuo esempio li conquisti, la tua grazia li guidi.
Ascolta, o Signore, questa nostra preghiera, e per intercessione di Maria, Madre della Chiesa, Madre tua e nostra, esaudiscila con amore. Amen.




Avvisi   parrocchiali


domenica  22
IIIa  Domenica  del  Tempo  Ordinario
·    Ann. della morte di Padre Teodoro Dal Cengio (2008)
lunedì  23
·   Ore 15.30, “Pomeriggio Insieme” per gli anziani in Oratorio
martedì  24
San  Francesco  di  Sales
·   Ore 16.30, Catechismo Parrocchiale in Oratorio
mercoledì  25
Conversione  di  San  Paolo  apostolo
·   Al termine della S. Messa catechesi per giovani e adulti sul tema dei 10 comandamenti.
giovedì  26
Santi  Timoteo  e  Tito,  vescovi
·   Ore 16.00, incontro dell’Azione Cattolica parrocchiale.
·   Ore 18.30, al termine della S. Messa serale, in Cripta, incontro di preghiera e testimonianza dal titolo "Io sono Missione", organizzato dal Centro Diocesano Vocazioni. Pregheremo per le vocazioni ascoltando anche delle testimonianze vocazionali. Questo momento di preghiera è uno degli appuntamenti della serie di incontri "Sette Parole per Sette Testimoni".
venerdì  27
·   Ore 20.30, inizio degli incontri per fidanzati in preparazione al Sacramento del Matrimonio. Gli incontri si svolgono nel salone del Convento con entrata dall’Ufficio Parrocchiale, in p.le Rosmini 6.
domenica  29
IVa  Domenica  del  Tempo  Ordinario
·    Ore 16.00, presso la Parrocchia di S. Francesco in via Giulia, celebrazione della Giornata Diocesana per la Vita Consacrata, con la recita dei Vespri e la riflessione del nostro Vescovo Giampaolo. Tutti sono invitati a partecipare.

Prossimi appuntamenti

Giovedì 2 febbraio: festa della Presentazione di Gesù al Tempio, detta “Candelora”.

Domenica 5 febbraio: Giornata per la Vita.

Sabato 11 febbraio: festa della Madonna di Lourdes e Giornata del Malato. Ore 16.00, S. Messa con i malati, animata dall’Unitalsi e presieduta dal nostro Vescovo.

Domenica 12 febbraio: ore 10.00, celebrazione degli anniversari di matrimonio.

fra Andrea, parroco


INTENZIONI   SS.  MESSE


domenica  22
gennaio
IIIa  Domenica  del  Tempo  Ordinario
ore    8.30   -
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   - def.to Padre Teodoro Dal Cengio (2008)
                  - def.ti  Elisabetta, Eugenio e Silvana
ore  18.00   - def.ta Claudia Monego-Musetti
lunedì  23
gennaio
ore    8.30   - def.ta Mariagiovanna
ore  18.00   - Secondo l’intenzione dell’offerente
martedì  24
gennaio
San  Francesco  di  Sales

ore    8.30   - def.ta Mariabianca Stefani
                  - def.ti  Antonio e Guglielmina
ore  18.00   -
mercoledì  25
gennaio
Conversione  di  San  Paolo  apostolo
ore    8.30   - def.to Don Antonio Dessanti
                  - def.to Claudio
ore  18.00   - def.to Corrado
                  - def.ti  Ada e Mario Bucher
giovedì  26
gennaio
Santi  Timoteo  e  Tito,  vescovi
ore    8.30   - def.to Guglielmo
ore  18.00   - def.to Gianni Trinca
                  - def.ta Anna Stagni
venerdì  27
gennaio
ore    8.30   -
ore  18.00   -
sabato  28
gennaio
San  Tommaso  d’Aquino

ore    8.30   -
ore  18.00   - def.ti  Ettore e Bruno Novacco
domenica  29
gennaio
IVa  Domenica  del  Tempo  Ordinario
ore    8.30   -
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   -
ore  18.00   -