Immagine della Madonna del Mare

Immagine della Madonna del Mare

sabato 30 marzo 2013

Famiglia Parrocchiale del 31 marzo 2013


domenica  31  marzo  2013
PASQUA  DI 
RISURREZIONE  DEL  SIGNORE

Letture: At 10, 34a. 37-43; Sal 117; Col 3, 1-4; Gv 20, 1-9


Dal vangelo secondo Giovanni 

Il primo giorno della settimana, Maria di Màgdala si recò al sepolcro di mattino, quando era ancora buio, e vide che la pietra era stata tolta dal sepolcro. Corse allora e andò da Simon Pietro e dall’altro discepolo, quello che Gesù amava, e disse loro: «Hanno portato via il Signore dal sepolcro e non sappiamo dove l’hanno posto!». Pietro allora uscì insieme all’altro discepolo e si recarono al sepolcro. Correvano insieme tutti e due, ma l’altro discepolo corse più veloce di Pietro e giunse per primo al sepolcro. Si chinò, vide i teli posati là, ma non entrò. Giunse intanto anche Simon Pietro, che lo seguiva, ed entrò nel sepolcro e osservò i teli posati là, e il sudario – che era stato sul suo capo – non posato là con i teli, ma avvolto in un luogo a parte. Allora entrò anche l’altro discepolo, che era giunto per primo al sepolcro, e vide e credette. Infatti non avevano ancora compreso la Scrittura, che cioè egli doveva risorgere dai morti.

Ad ogni Pasqua la liturgia della Chiesa mi mette davanti al tuo sepolcro vuoto, o Gesù. Come Maria Maddalena anch’io rimango smarrito di fronte alla pietra ribaltata del tuo sepolcro. Due sentimenti contrapposti si agitano nel mio cuore:
da una parte vorrei credere alla tua risurrezione e lasciarmi invadere dalla gioia, dall’altra mi assale il terribile dubbio: e se fosse tutta una illusione? L’assenza del tuo corpo mi induce a pensare che qualcuno ti abbia sottratto per sempre e che tutte le tue promesse si siano dissolte come bolle di sapone. Perdonami se sono lento a capire e tardo nel cuore a credere. Vedi, Gesù, per me non è facile credere; i segni della tua risurrezione mi appaiono labili, evanescenti, equivocabili, mentre il vento gelido della morte e degli egoismi soffia così forte! Solo la fede mi fa entrare nel mistero della Pasqua ed io, purtroppo, ne ho molto poca. Io credo, voglio credere con tutte le mie forze, ma tu vieni in aiuto alla mia debolezza. Donami la grazia di lasciarmi guidare dalla tua Parola, affinché i miei occhi si aprano alla luce della fede vera.

O Gesù, l’alba radiosa del mattino di Pasqua non ha cancellato la tua morte atroce. Tu rimani in eterno il Crocifisso; le tue piaghe sono i segni indelebili del tuo amore, i segni di quell’affetto sconfinato e tenerissimo che nella tua vita terrena hai profuso sui poveri e sui peccatori e che oggi continui a riversare su di me, nonostante i miei peccati e le mie ingratitudini. Ora tu sei il Risorto, il Vivente lungo i secoli. Non muori più e vivi per sempre nella gloria di Dio, dove hai portato anche la mia umanità rappresentata dal tuo corpo, dal tuo dolore e dalla tua passione. La forza della tua risurrezione ha messo dentro di me i semi della gloria e del mio essere con Dio. Ogni vicenda della mia vita, con le sue angosce ed i suoi dolori, è presente nel tuo corpo di Risorto. La tua vittoria sulla morte e sul peccato sia fonte di consolazione nei momenti di solitudine, mi renda capace di sperare, soffrire, perdonare ed amare.

O Gesù, io voglio esaltare la grandezza della tua croce, e proclamare che la potenza della tua risurrezione è più grande di tutti i mali. Per intercessione di Maria, tua Madre, che per prima ha gioito della risurrezione, donami la grazia di ascoltare nell’intimo del cuore la tua voce che mi chiama e mi sospinge a seminare fermenti di risurrezione e di pace intorno a me. Accresci, ti prego, il mio amore per te, attirami a te, affinché possa entrare nella gioia del mistero trinitario dove tu vivi con il Padre e lo Spirito Santo. Come Maria Maddalena, anch’io voglio gridare: "Ho visto il Signore!" e portare con l’annuncio della tua risurrezione, nuovo entusiasmo e nuova gioia a tutti coloro che tu mi farai incontrare sulla mia strada.

La comunità dei frati augura a tutti i più cari e affettuosi auguri per la Santa Pasqua. Fatevi messaggeri di questi auguri a tutti i vostri cari e familiari, soprattutto alle persone sole, anziane e malate. Insieme agli auguri esprimiamo anche grande riconoscenza e gratitudine per tutti coloro che, in queste settimane, hanno lavorato per la realizzazione e l’ottima riuscita di tutte le attività parrocchiali, pastorali e liturgiche. Ringraziamo e ricambiamo tutti gli auguri e le manifestazioni di affetto giunte a noi frati. Il Signore vi benedica e vi doni la sua ricompensa per la vostra bontà e generosità. Grazie e auguri.

I frati di Madonna del Mare


AVVISI  PARROCCHIALI
settimana  dal  31  marzo  al  7  aprile


domenica  31

Domenica di Pasqua
della Resurrezione di N. S. Gesù Cristo

·       SS. Messe solenni ore 8.30, 10.00, 11.30 e 19.00.
·       Al termine di ogni S. Messa, benedizione di pane, focacce e uova.
lunedì  1
Lunedì dell’Angelo

·       SS. Messe feriali ore 8.30 e 19.00.
giovedì  4
·        Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione Eucaristica.
domenica  7
Domenica in Albis
O della Divina Misericordia
·       Durante la S. Messa delle ore 10.00, amministrazione del Sacramento del Battesimo ad alcuni bambini.
lunedì  8
·       Festa posticipata dell’Annunciazione del Signore.


Altri avvisi e informazioni

·    Si ricorda che nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo, si passa dall’ora solare all’ora legale. Gli orologi vanno portati avanti di un’ora. Tale variazione comporta il cambiamento dell’orario della S. Messa serale che sarà alle ore 19.00, sia nei giorni festivi che in quelli feriali.

·    Domenica 14 aprile, si svolgerà nella nostra parrocchia la “Festa Diocesana delle Famiglie”, con la presenza del nostro Vescovo. Il programma e altre informazioni nella locandina sulla bacheca in fondo alla Chiesa. Invito le famiglie ad iscriversi e a partecipare a questo importante evento della nostra chiesa diocesana.


Fra Andrea, parroco

INTENZIONI  SS. MESSE
settimana  dal  31  marzo  al  7  aprile


domenica  31
marzo
ore    8.30    - def.ti  Famiglia Scopazzi
                        - def.to Libero Busan
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   - def.ti  Bruno, Antonia, Fulvio,
                                       Luciano ed Elvi
                        - def.to Beniamino
ore  19.00   -
lunedì  1
aprile
ore    8.30    - def.to Ernesto e def.ti Famiglia Tirello
ore  19.00   - def.to Michele Sincovic
martedì  2
aprile
ore    8.30    -
ore  19.00   - def.to Livio Iaut
                        - def.to Egidio Kariz
                        - def.ta Emma Gei
mercoledì  3
aprile
ore    8.30    - def.ti  Famiglia Viviani
ore  19.00   - def.ta Silvana Carlin
giovedì  4
aprile
ore    8.30    - def.to Enzo Bresina
ore  19.00   -
venerdì  5
aprile
ore    8.30    - def.to Oddone
ore  19.00   - def.to Marco Coslovich
sabato  6
aprile
ore    8.30    - def.to Peter Ujka
ore  19.00   - def.to Rolando
domenica  7
aprile
ore    8.30    - def.to Giovanni Sambo
                        - def.to Ermanno Parovel
                        - def.ta Giovanna Zago
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   - def.ti  Ernesto, Adele, Giuseppe e Anna
                        - def.ta Lidia Urlini
                        - def.to Umberto Toscano
ore  18.00   - def.ta Pina Bovone

sabato 23 marzo 2013

Famiglia Parrocchiale del 24 marzo 2013



domenica  24  marzo  2013

Domenica   delle   palme

Letture: Lc 19, 28-40 - Is 50,4-7; Sal 21; Fil 2,6-11; Lc 22,14-23.56


Dal vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù camminava davanti a tutti salendo verso Gerusalemme. Quando fu vicino a Bètfage e a Betània, presso il monte detto degli Ulivi, inviò due discepoli dicendo: «Andate nel villaggio di fronte; entrando, troverete un puledro legato, sul quale non è mai salito nessuno. Slegatelo e conducetelo qui. E se qualcuno vi domanda: “Perché lo slegate?”, risponderete così: “Il Signore ne ha bisogno”».
Gli inviati andarono e trovarono come aveva loro detto. Mentre slegavano il puledro, i proprietari dissero loro: «Perché slegate il puledro?». Essi risposero: «Il Signore ne ha bisogno». Lo condussero allora da Gesù; e gettati i loro mantelli sul puledro, vi fecero salire Gesù. Mentre egli avanzava, stendevano i loro mantelli sulla strada. Era ormai vicino alla discesa del monte degli Ulivi, quando tutta la folla dei discepoli, pieni di gioia, cominciò a lodare Dio a gran voce per tutti i prodigi che avevano veduto, dicendo: «Benedetto colui che viene, il re, nel nome del Signore. Pace in cielo e gloria nel più alto dei cieli!».
Alcuni farisei tra la folla gli dissero: «Maestro, rimprovera i tuoi discepoli». Ma egli rispose: «Io vi dico che, se questi taceranno, grideranno le pietre».


Preghiamo

Dio onnipotente ed eterno, benedici questi rami di ulivo e concedi a noi, tuoi fedeli, che accompagniamo esultanti il Cristo, nostro Re e Signore, di giungere con lui alla Gerusalemme del cielo. Egli vive e regna nei secoli dei secoli. Amen.


AVVISI  PARROCCHIALI
settimana  dal  24  marzo  al  7  aprile


domenica  24
Domenica  delle  Palme
·   Ore 9.45, benedizione degli ulivi. A seguire la S. Messa. In caso di mal tempo, la processione si svolge in Chiesa.
·       Le offerte per i rami d’ulivo vanno a beneficio della S. Vincenzo per i poveri della parrocchia.                              .                               
lunedì  25
·       Quarant’Ore: esposizione e adorazione Eucaristica dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 16.00 alle 18.30.
·       Ore 15.30, “Pomeriggio Insieme”, per gli anziani in Oratorio.
martedì  26
·       La solennità dell’Annunciazione è posticipata al 8 aprile.
·       Quarant’Ore: esposizione e adorazione Eucaristica dalle 16.00 alle 17.30.
·       Ore 16.30, Confessione in Chiesa per i bambini e ragazzi del catechismo parrocchiale. Al termine scambio degli auguri pasquali nel salone dell’Oratorio.
·       Ore 20.00, in Chiesa, “Canto alla Croce”, canti e preghiere in preparazione alla Santa Pasqua, animati dal coro parrocchiale.
mercoledì  27
·       Quarant’Ore: esposizione e adorazione Eucaristica dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle 16.00 alle 17.30.
·       Ore 18.00, S. Messa; al termine, alle ore 18.40 circa,  celebrazione del Sacramento della Riconciliazione per giovani e adulti.
giovedì  28
Giovedì Santo
·       Ore 8.00, Ufficio delle Letture e Lodi Mattutine
·       Ore 10.00, S. Messa Crismale in cattedrale.
·       Ore 19.00, S. Messa solenne in “Coena Domini”, con il gesto della lavanda dei piedi.
·       Durante la S. Messa, terza tappa del cammino catechistico: consegna del “Comandamento della Carità” ai ragazzi del terzo anno di catechismo.
·       Al termine della S. Messa, reposizione in Cripta del SS. Sacramento e tempo di adorazione e preghiera personale fino alle ore 21.30.
·   In questo giorno si possono riportare in Chiesa i salvadanai “Quaresima di Fraternità”, il cui contenuto andrà a beneficio delle Missioni Diocesane.
venerdì  29
Venerdì Santo
·       Giornata penitenziale di digiuno e astinenza.
·       Ore 8.00, Ufficio delle Letture e Lodi Mattutine.
·   Ore 15.30, Azione Liturgica della Passione e Morte del Signore, con lettura del Passio, venerazione della Croce e comunione Eucaristica.
·   Ore 19.00, Via Crucis in Chiesa animata con il canto dall’Auricolare Vivavoce.
·   Ore 21.00, Via Crucis presieduta dal Vescovo, lungo via Capitolina.
sabato  30
Sabato Santo
·       Ore 8.00, Ufficio delle Letture e Lodi Mattutine.
·       Ore 21.00, celebrazione della Solenne Veglia Pasquale della resurrezione del Signore.
domenica  31

Domenica di Pasqua
della Resurrezione di N. S. Gesù Cristo

·       SS. Messe solenni ore 8.30, 10.00, 11.30 e 19.00.
·       Al termine di ogni S. Messa, benedizione di pane, focacce e uova.
lunedì  1
Lunedì dell’Angelo

·       SS. Messe feriali ore 8.30 e 19.00.
giovedì  4
·        Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione Eucaristica.
domenica  7
Domenica in Albis
O della Divina Misericordia
·       Durante la S. Messa delle ore 10.00, amministrazione del Sacramento del Battesimo ad alcuni bambini.


Altri avvisi e informazioni

·    Si ricorda che nella notte tra sabato 30 e domenica 31 marzo, si passa dall’ora solare all’ora legale. Gli orologi vanno portati avanti di un’ora. Tale variazione comporta il cambiamento dell’orario della S. Messa serale che sarà alle ore 19.00, sia nei giorni festivi che in quelli feriali.


Fra Andrea, parroco



INTENZIONI  SS. MESSE
settimana  dal  24  marzo  al  6  aprile


domenica  24
marzo
ore    8.30    - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   - def.ti  Giuseppe, Jose, Rosa e Carlo Trento
ore  18.00   -
lunedì  25
marzo
ore    8.30    - def.to Corrado
                        - def.to Ermenegildo Biscaro
ore  18.00   - def.ta Ombretta Brauti
                        - def.ta Annamaria Bennet-Martin
martedì  26
marzo
ore    8.30    - def.to Antonio Servello
ore  18.00   - def.ta Virgilia Pestelli
                        - def.to Piero Cernaz
mercoledì  27
marzo
ore    8.30    - def.to Salvatore
                        - def.to Claudio Sigon
ore  18.00   - def.te Rosetta, Mimì e Anna
domenica  31
marzo
ore    8.30    - def.ti  Famiglia Scopazzi
                        - def.to Libero Busan
ore  10.00   - Per l’Assemblea
ore  11.30   - def.to Beniamino
                        - def.ti  Bruno, Antonia, Fulvio,
                                       Luciano ed Elvi
ore 19.00    -
lunedì  1
aprile
ore    8.30    - def.to Ernesto e def.ti Famiglia Tirello
ore  19.00   - def.to Michele Sincovic
martedì  2
aprile
ore    8.30    -
ore  19.00   - def.to Livio Iaut
                        - def.to Egidio Kariz
                        - def.ta Emma Gei
mercoledì  3
aprile
ore    8.30    - def.ti  Famiglia Viviani
ore  19.00   - def.ta Silvana Carlin
giovedì  4
aprile
ore    8.30    - def.to Enzo Bresina
ore  19.00   -
venerdì  5
aprile
ore    8.30    - def.to Oddone
ore  19.00   - def.to Marco Coslovich
sabato  6
aprile
ore    8.30    - def.to Peter Ujka
ore  19.00   - def.to Rolando