Immagine della Madonna del Mare

Immagine della Madonna del Mare

domenica 27 novembre 2011

Famiglia Parrocchiale del 27 novembre 2011

domenica 27 novembre 2011
DOMENICA I° DEL TEMPO DI AVVENTO
Anno liturgico: ciclo B - Prima settimana del Salterio
Letture: Is 63,16b-17.19b; 64,2-7; Sal 79; 1 Cor 1,3-9; Mc 13,33-37

Dal vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Fate attenzione, vegliate, perché non sapete quando è il momento. È come un uomo, che è partito dopo aver lasciato la propria casa e dato il potere ai suoi servi, a ciascuno il suo compito, e ha ordinato al portiere di vegliare.
Vegliate dunque: voi non sapete quando il padrone di casa ritornerà, se alla sera o a mezzanotte o al canto del gallo o al mattino; fate in modo che, giungendo all’improvviso, non vi trovi addormentati.
Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!».

Tra l'indifferenza di un calendario, che procede stancamente, la Chiesa inizia oggi l'Avvento. Chi se ne accorge? Anno dopo anno, il tempo scorre in silenzio; il tuo ritorno, o Gesù, si avvicina sempre di più.
Potessi avvicinarmi al cielo come tu ti avvicini alla terra!

O Gesù, io so che tu, nonostante le apparenze, non sei lontano da chi ti ama, però vorrei vederti con questi miei occhi, e contemplare il tuo volto.
Rendi questo desiderio sempre vivo nel mio cuore e mantienimi saldo
e sicuro fino al giorno della tua venuta.
Non lasciarmi ingannare da parole di contestazioni, da ideologie
o da dichiarazioni grandiose, da scusanti, da promesse o da minacce.

All'inizio di questo nuovo anno liturgico, mi giunge il tuo appello,
che mi esorta a vegliare, a uscire dal torpore, dal trantran quotidiano.
"Vegliate... State attenti... perché non sapere in quale giorno
il Signore vostro verrà". Verrai quest'anno a incontrarmi, o Gesù?
Saprò riconoscerti e cogliere l'opportunità di vederti?

È bello pensare che al termine della vita ci sei tu che mi attendi a braccia aperte. È bello pensare che questa mia vita, a volte travagliata,
a volte percorsa da prove e sofferenze, avrà una conclusione felice.
Tu mi donerai la vita che non avrà più fine, nella pace e nella gioia,
nella pienezza del tuo amore.

Però, Gesù, devo confessarti che per me è tremendamente difficile,
tenere sempre desto e vivo il legame con te.
È difficile tenere gli occhi aperti quando la fatica appesantisce le membra
e la stanchezza permea tutta la persona
o l'animo è pieno di ansia e preoccupazioni.
È difficile avere il cuore buono e onesto, che ti cerca con gioia e fiducia, quando la delusione e lo smarrimento si impossessano della mia vita
o lo scoraggiamento guadagna i miei pensieri e i miei atteggiamenti.
È arduo continuare a sperare in un nuovo mondo quando non conosco
il momento in cui ritornerai, quando ho l'impressione che tutto vada avanti come prima e che sono sempre i furbi ad avere la meglio.

In questo primo giorno di Avvento, dammi, Signore, una scossa forte
perché non stia come un addormentato
o come uno che aspetta ed esige tutto dagli altri.
Non voglio assolutamente essere una persona
che vive solo per ammazzare il tempo e, con il cuore vestito di noia,
si lascia trascinare dal fiume dei giorni lungo il corso della storia.

Liberami, o Gesù, dal rischio di scambiare per saggezza le mie sonnolenze
e l'amore per il quieto vivere.
Liberami dal giudizio frettoloso e inappellabile,
che chiamo buon senso e ragionevolezza
e mi fa chiudere gli occhi davanti a persone e situazioni
che disturbano la mia quiete.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 27 novembre al 4 dicembre

domenica 27 Prima Domenica di Avvento,
inizio del nuovo anno liturgico

lunedì 28
• Ore 15.30, nel salone dell’Oratorio, Pomeriggio Insieme per la terza età.

martedì 29
• Ore 16.30, catechismo per bambini e ragazzi.

mercoledì 30
• Dopo la S. Messa serale, catechesi per giovani e adulti.
• Una preghiera per il parroco nel giorno del suo onomastico.

giovedì 1
• Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione Eucaristica e preghiera per le vocazioni.

sabato 3
• Ore 15.00, Laboratorio Artistico per bambini e ragazzi.

domenica 4
• Sabato e domenica saranno presenti Padre Federico e un altro Frate della Missione Parrocchiale del 2009 che animeranno le SS. Messe festive e saranno a vostra disposizione per un incontro o dialogo.
• Ore 15.00, Laboratorio Artistico per bambini e ragazzi.

lunedì 5
• Ore 20.30, incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

Mercatino di beneficienza e vendita torte
• Da sabato 26 novembre, presso l’entrata dell’Oratorio, apre il tradizionale mercatino di beneficienza. Il ricavato servirà per assistere le famiglie povere e in necessità della nostra Parrocchia.
• Domenica 4 dicembre, si svolgerà la tradizionale vendita di dolci e torte, il cui ricavato andrà a benificio della S. Vincenzo parrocchiale. Per ogni informazione, rivolgersi ad Annamaria Storaci e Gianna Trinca. Chi preparerà i dolci, dovrà portarli in parrocchia il giorno sabato 3 dicembre dalle ore 16.00 alle ore 19.00.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 27 novembre al 4 dicembre

domenica 27 novembre
ore 8.30 - def.ti Famiglia Stocchi
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Marianna e Valerio Pistrini
- def.to Renato Zampa
ore 18.00 - def.te Guerrina e Donatella
- def.to Giorgio Vidali

lunedì 28 novembre
ore 8.30 - def.ti Michele e Giovanna Rozzo
- def.to Luciano Scabal
- def.ta Isa Santese
ore 18.00 - def.to Luigi Coppola
- Secondo le intenzioni dell’offerente

martedì 29 novembre
ore 8.30 - def.te Maria, Angela e Fiorenza
ore 18.00 - def.to Gianni Prodan

mercoledì 30 novembre
ore 8.30 - def.ti Andrea e Ottavio Querzola
- def.to Guido
ore 18.00 - def.to Andrea Parma

giovedì 1 dicembre
ore 8.30 - def.to Ernesto e def.ti Famiglia Tirello
- def.to Paolo Sardos
ore 18.00 - def.ti Fausto e Marino Zubin
- def.ta Novella Furlani

venerdì 2 dicembre
ore 8.30 - def.to Mario Benedetti
ore 18.00 - def.ti Lucia e Angela Madrussani

sabato 3 dicembre
ore 8.30 - def.to Lucio Talamo
- def.ta Bianca Bendagli
ore 18.00 - def.ta Elida Quarantotto
- def.ti Anton e Nella Prenusci

domenica 4 dicembre
ore 8.30 - def.ta Iside Bendagli
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Eugenio, Elisa e Silvana
ore 18.00 - def.to Antonio Calici

sabato 19 novembre 2011

Famiglia Parrocchiale del 20 novembre 2011

domenica 20 novembre 2011
DOMENICA XXXIV° DEL TEMPO ORDINARIO
N. S. GESÙ CRISTO, RE DELL’UNIVERSO
Letture: Ez 34,11-12.15-17; Sal 22; 1 Cor 15,20-26a.28; Mt 25,31-46

Dal vangelo secondo Matteo
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Quando il Figlio dell’uomo verrà nella sua gloria, e tutti gli angeli con lui, siederà sul trono della sua gloria. Davanti a lui verranno radunati tutti i popoli. Egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dalle capre, e porrà le pecore alla sua destra e le capre alla sinistra. Allora il re dirà a quelli che saranno alla sua destra: “Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla creazione del mondo, perché ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere, ero straniero e mi avete accolto, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, ero in carcere e siete venuti a trovarmi”. Allora i giusti gli risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, o assetato e ti abbiamo dato da bere? Quando mai ti abbiamo visto straniero e ti abbiamo accolto, o nudo e ti abbiamo vestito? Quando mai ti abbiamo visto malato o in carcere e siamo venuti a visitarti?”. E il re risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me”. Poi dirà anche a quelli che saranno alla sinistra: “Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli, perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e non mi avete dato da bere, ero straniero e non mi avete accolto, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato”. Anch’essi allora risponderanno: “Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere, e non ti abbiamo servito?”. Allora egli risponderà loro: “In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno solo di questi più piccoli, non l’avete fatto a me”. E se ne andranno: questi al supplizio eterno, i giusti invece alla vita eterna».
O Gesù, mi prostro davanti a te, e ti adoro come mio Re e Signore. Ti contemplo, o Gesù, come Figlio dell'uomo che verrai nella gloria con i tuoi angeli per giudicare tutte le genti.

II prezzo della tua gloria è la croce; per questo non ti circondi di dignitari o di gente che conta, non sei lì a ricevere gli omaggi di ambasciatori o inviati speciali, ma siedi sul tuo trono per premiare i sudditi che hanno fatto come te, che hanno amato i tuoi "fratelli più piccoli" e hanno portato avanti il regno di Dio che è salvezza e vita per tutti.

Aiutami ad accogliere il potere sovrano come Tu l'hai concepito ed esercitato. Sei passato attraverso tutte le situazioni di disagio che ai re, di solito, vengono risparmiate. Sei nato in una grotta, perché per te non c'era posto nell'albergo, sei vissuto senza una pietra dove posare il capo, sei stato maltrattato e oltraggiato, calunniato e schernito, rinnegato dai capi del popolo, condannato a morire sulla croce come un malfattore, in mezzo a due ladri.

Eppure, o Gesù, tu sei passato in mezzo a noi guarendo i malati e consolando gli afflitti, perdonando i peccatori e sedendoti a tavola con loro, annunciando la buona novella ai poveri. Sei re senza corona, senza scettro e senza trono, perché la tua regalità si realizza nella libertà di amare e servire, nel donare e nel beneficare tutti.

Il tuo Spirito insegni anche me, tuo discepolo, che regnare significa servire. Oggi, o Gesù, nel tuo vangelo tu mi indichi come venire davanti a te, giudice giusto, con le carte in regola e così entrare nel regno del Padre tuo. Tu mi insegni che è dall'oggi e dall'adesso che dipende il mondo futuro, perché i cieli nuovi e la terra nuova non saranno la negazione della storia che adesso si svolge, ma ricupero e trasfigurazione di tutto ciò che questa storia ha di costruttivo.

Il tuo è regno di giustizia, di amore e di pace, è il mondo nuovo dove non ci sarà più né fame né sete, dove non ci sarà più la malattia e nessuno sarà straniero o stretto dai lacci della schiavitù. Fa’, o Gesù, che io, senza tornaconti, vincendo a volte l'irriconoscenza, ti riconosca e ti serva nel povero e nel debole, nella persona sola e nell'anziano abbandonato, nel parente scomodo e nell'ammalato insofferente. Signore, tu sai quando terminerà la mia vita. Ti prego, mostrami la tua misericordia, vieni a me nell’ora della morte e dimmi: “Vieni, benedetto dal Padre mio, ricevi in eredità il regno, preparato per te fin dalla fondazione del mondo”.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 20 novembre al 27 novembre

domenica 20
• Solennità di N. S. Gesù Cristo, Re dell’Universo.

lunedì 21
• Ore 15.30, nel salone dell’Oratorio, Pomeriggio Insieme per la terza età.

martedì 22
• Ore 16.30, catechismo per bambini e ragazzi.

mercoledì 23
• Dopo la S. Messa serale, catechesi per giovani e adulti.

giovedì 24
• Ore 16.00, incontro dell’ Azione Cattolica Parrocchiale.

• Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione Eucaristica e preghiera per le vocazioni.

sabato 26
• Ore 15.00, Laboratorio Artistico per bambini e ragazzi.

domenica 27
Prima Domenica di Avvento,
inizio del nuovo anno liturgico

Mercatino, torte e Colletta Alimentare

• Da sabato 26 novembre, presso l’entrata dell’Oratorio, apre il tradizionale mercatino di beneficienza. Il ricavato servirà per assistere le famiglie povere e in necessità della nostra Parrocchia.
• Domenica 4 dicembre, si svolgerà la tradizionale vendita di dolci e torte, il cui ricavato andrà a benificio della S. Vincenzo parrocchiale per l’assistenza ai poveri della comunità. Per ogni informazione, rivolgersi ad Annamaria Storaci e Gianna Trinca.
• Sabato 26 novembre, nei supermercati che espongono la locandina che potete visionare sulla bacheca in fondo alla Chiesa, si svolge l’annuale Colletta Alimentare. Il cibo raccolto quel giorno verrà ridistribuito nel corso dell’anno a tutte le associazioni e realtà che fanno opera di assistenza, tra cui la nostra S. Vincenzo. Per questo vi invitiamo a fare la spesa in questi supermercati e a contribuire, secondo le vostra possibilità, a questa importante azione di sostegno e aiuto verso le persone più bisognose.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 20 novembre al 27 novembre

domenica 20 novembre
ore 8.30 - def.to Ernesto Tirello
- def.ti Lucrezia e Mauro Altieri
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Ottavio e Andrea Querzola
- def.to Renato Di Bacco
ore 18.00 - def.to Ferruccio Furlani

lunedì 21 novembre
ore 8.30 - def.ti Valdis e Marta
- def.ti Famiglia Pretotto
ore 18.00 - def.ti Mario e Argia Davanzo
- def.ta Maria Antonini

martedì 22 novembre
ore 8.30 - def.to Antonio Dusefante
ore 18.00 - def.to Roberto Stricca

mercoledì 23 novembre
ore 8.30 - def.to Salvatore La Greca (obitus)
ore 18.00 - def.ta Pia Purini

giovedì 24 novembre
ore 8.30 - def.to  novembreLeonardo Petrarchi
ore 18.00 - def.ti Renato e Firmina Suzzi
- def.ta Carolina Favro

venerdì 25 novembre
ore 8.30 - def.to Corrado
ore 18.00 - def.to Bruno Zaccaria (obitus)
- def.to Mario Petti

sabato 26 novembre
ore 8.30 - def.ti Stefano e Lodovico
- def.ta Maria Grazia Zecchetti
ore 18.00 - def.to Luigi Redin

domenica 27 novembre
ore 8.30 - def.ti Famiglia Stocchi
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Marianna e Valerio Pistrini
- def.to Renato Zampa
ore 18.00 - def.te Guerrina e Donatella
- def.to Giorgio Vidali

domenica 13 novembre 2011

Famiglia Parrocchiale del 13 novembre 2011

domenica 13 novembre 2011
DOMENICA XXXIII° DEL TEMPO ORDINARIO
Letture: Pr 31,10-13.19-20.30-31; Sal 127; 1 Ts 5,1-6; Mt 25,14-30

Dal vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Avverrà come a un uomo che, partendo per un viaggio, chiamò i suoi servi e consegnò loro i suoi beni. A uno diede cinque talenti, a un altro due, a un altro uno, secondo le capacità di ciascuno; poi partì. Subito colui che aveva ricevuto cinque talenti andò a impiegarli, e ne guadagnò altri cinque. Così anche quello che ne aveva ricevuti due, ne guadagnò altri due. Colui invece che aveva ricevuto un solo talento, andò a fare una buca nel terreno e vi nascose il denaro del suo padrone. Dopo molto tempo il padrone di quei servi tornò e volle regolare i conti con loro. Si presentò colui che aveva ricevuto cinque talenti e ne portò altri cinque, dicendo: “Signore, mi hai consegnato cinque talenti; ecco, ne ho guadagnati altri cinque”. “Bene, servo buono e fedele – gli disse il suo padrone – sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone”. Si presentò poi colui che aveva ricevuto due talenti e disse: “Signore, mi hai consegnato due talenti; ecco, ne ho guadagnati altri due”. “Bene, servo buono e fedele – gli disse il suo padrone –, sei stato fedele nel poco, ti darò potere su molto; prendi parte alla gioia del tuo padrone”. Si presentò infine anche colui che aveva ricevuto un solo talento e disse: “Signore, so che sei un uomo duro, che mieti dove non hai seminato e raccogli dove non hai sparso. Ho avuto paura e sono andato a nascondere il tuo talento sotto terra: ecco ciò che è tuo”. Il padrone gli rispose: “Servo malvagio e pigro, tu sapevi che mieto dove non ho seminato e raccolgo dove non ho sparso; avresti dovuto affidare il mio denaro ai banchieri e così, ritornando, avrei ritirato il mio con l’interesse. Toglietegli dunque il talento, e datelo a chi ha i dieci talenti. Perché a chiunque ha, verrà dato e sarà nell’abbondanza; ma a chi non ha, verrà tolto anche quello che ha. E il servo inutile gettatelo fuori nelle tenebre; là sarà pianto e stridore di denti”».

Anche a me, Signore, hai consegnato i talenti. Sono i tuoi beni, beni dal valore inestimabile: i doni dello Spirito, il dono della fede e della speranza, il dono dell'amore e del vangelo. Fa', o Signore, che mi senta responsabile di ciò che tu hai messo nelle mie povere mani e mi renda conto che questo tesoro prezioso è per la gioia e la pienezza di tutti.

Perdonami, Gesù, perché sono con le mani vuote e il cuore inaridito. Non ho capito il tuo amore e la fiducia che hai riposto in me. Mi sono limitato a vivere in uno sterile rispetto verso ciò che ritenevo ti appartenesse e così ho tenuto questi doni in cassaforte, pigramente sotterrati, senza mai farli crescere, senza mai farli passarli nelle mani degli altri. Alcune volte ha prevalso in me la pigrizia, la voglia di vivere di rendite di posizione per non dover affrontare gli incerti della vita; altre volte ho avuto paura delle sfide e dei rischi che ogni giorno si presentano.

Aiutami, Gesù, a mettermi in gioco, fa che sappia affrontare nella fede il passare del tempo inventando i modi per essere fedele a te e al tuo amore. che mi ha rivestito di stima e di fiducia. Rendimi capace di amare e perdonare, come un figlio dell'Altissimo dovrebbe fare. Fa' che creda nella grazia che è apparsa in te, o Gesù, grazia che è apportatrice di salvezza per tutti e questo credere si traduca nel seminare ovunque gratuitamente bontà, misericordia, tenerezza e perdono, senza chiedere nulla in cambio, seguendo il tuo esempio che per amore hai scelto di morire sulla croce. Se agissi diversamente, come il servo fannullone, oltre a tradire la tua fiducia mi condannerei al vuoto di un esistenza dove non risplende né vita né gioia.

Ti prego, o Gesù, fa che il talento che la tua fiducia e la tua generosità hanno messo nelle mie mani non sia per me un oggetto imbarazzante né motivo di paura, ma si traduca in responsabilità viva e generosa, geniale e appassionata, non fiscale, non paurosa, non pigra, non sterile. Tu non mi chiami più servo, ma amico e vuoi che condivida con te la passione per il Regno dei cieli.

Al termine della mia vita, quando sarò chiamato davanti a te a renderti conto dei talenti che mi hai dato, concedimi la grazia di ascoltare le parole della salvezza: "Prendi parte alla gioia del tuo padrone".

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 13 novembre al 20 novembre

domenica 13
• Durante la S. Messa delle ore 10.00, 1° tappa del Cammino Catechistico Parrocchiale: consegna della Preghiera (Padre Nostro) ai bambini del primo anno di catechismo.

lunedì 14
• Ore 15.30, nel salone dell’Oratorio, Pomeriggio Insieme per la terza età.

martedì 15
• Ore 16.30, catechismo per bambini e ragazzi.

mercoledì 16
• Al termine della S. Messa serale, catechesi per giovani e adulti sul tema dell’Eucarestia.

giovedì 17 Festa di S. Elisabetta d’Ungheria,
Patrona dell’Ordine Francescano Secolare
• Ore 9.15, incontro della S. Vincenzo Parrocchiale.
• Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione Eucaristica e preghiera per le vocazioni.

venerdì 18
• Dopo la S. Messa serale, veglia di preghiera animata dall’OFS, in preparazione alla professione religiosa.

sabato 19
• Ore 15.00, Laboratorio Artistico per bambini e ragazzi.
• Ore 18.00, durante la S. Messa, prima professione nell’OFS di Stefania Ferraresi.

domenica 20
• Solennità di Cristo, Re dell’universo

Ritiro Spirituale - Pellegrinaggio ad Assisi
I giorni 8, 9 e 10 dicembre, la parrocchia organizza un ritiro spirituale ad Assisi e La Verna. Questo pellegrinaggio prevede un ritiro spirituale, strutturato in un tempo sostanzioso di preghiera, meditazione guidata e personale e di celebrazioni della S. Messa nei principali santuari della tradizione francescana. Informazioni e iscrizioni presso il parroco.
Quota di partecipazione: Euro 230,00.

Visionate le locandine e il giornale “Vita Nuova” per tutti gli appuntamenti e per gli incontri diocesani.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 13 novembre al 20 novembre

domenica 13 novembre
ore 8.30 - def.to Rolando
- def.ti Giovanna, Umberto e Piero Ceppi
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.to Marino Bensi
- Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 18.00 - Secondo l’intenzione dell’offerente

lunedì 14 novembre
ore 8.30 - def.ta Maria Pia Geriani
- def.ti Famiglia Tiveron
ore 18.00 - def.ti Maria, Adriana, Mauro
e Ignazio Narsilio

martedì 15 novembre
ore 8.30 - def.ta Maria
ore 18.00 - def.to Leopoldo Schiavocampo
- def.ta Silvana
- def.ti Famiglie Beccari e Longagnani

mercoledì 16 novembre
ore 8.30 - def.to Giorgio Bucconi
ore 18.00 - def.ti Marino e Spartaco Auteri
- def.ta Ada Innocente
- def.to Sdenka Liubetic

giovedì 17 novembre
ore 8.30 - def.ta Maria Bucconi
ore 18.00 - def.to Domenico e def.ti Famiglia Marzin
- def.to Silvio Crisman

venerdì 18 novembre
ore 8.30 - def.to Emilio Russignan
ore 18.00 - def.to Claudio Carboni

sabato 19 novembre
ore 8.30 - def.ta Fiorentina Valzacchi
ore 18.00 - def.to Silvano Mazzolini
- def.ti Carolina e Umberto Bersi

domenica 20 novembre
ore 8.30 - def.to Ernesto Tirello
- def.ti Lucrezia e Mauro Altieri
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Ottavio e Andrea Querzola
- def.to Renato Di Bacco
ore 18.00 - def.to Ferruccio Furlani

sabato 5 novembre 2011

Famiglia Parrocchiale del 06 novembre 2011

domenica 6 novembre 2011
DOMENICA XXXII° DEL TEMPO ORDINARIO
Letture: Sap 6,12-16; Sal 62; 1 Ts 4,13-18; Mt 25,1-13

Dal vangelo secondo Matteo

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola: «Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.
A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.
Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.
Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Attendere. La vita è attesa. Attesa di incontri, attesa di eventi e di esperienze che riempiano il cuore di soddisfazione. Ma, o Gesù, col passare degli anni, vedo che il mondo non cambia, i miei difetti restano tali e la litania dei miei sbagli continua, malgrado gli sforzi. Allora l'attesa rischia di smorzarsi, finisce col prevalere la stanchezza. Non aspetto più nulla, la delusione arriva cocente.

Perché, Signore, mi succede questo? Perché non è il "fuori" che riempie o stordisce, appaga o inganna. È il "dentro" che faccio fatica a riempire. Puntare su ogni attesa per appagare i falsi bisogni che il mondo di oggi mi induce, è rischioso. La vita è attesa, ma è attesa di te, o Gesù, che sei l'unico che può saziare la mia fame di senso e di felicità.

Ridonami, o Gesù, il fascino della tua presenza, l'ansia di attenderti, la gioia di incontrarti di nuovo. Tu sai che sul mio entusiasmo, presto cala il silenzio, la quotidianità e i problemi mi travolgono.

Donami la certezza che tu tornerai di nuovo. Sarà un ritorno nella gloria, ma avverrà quando meno me lo aspetto, magari nella notte o quando il buio avrà riempito il mio cuore.

Concedimi, o Gesù, che tutta la mia vita sia un'attesa serena, paziente e amorosa di te. Che possa venirti incontro, quando tu vorrai, con le mani piene di opere buone e la lampada accesa del mio amore. Fammi comprendere che la vitalità e la genuinità della fede non consistono nella ricerca di sensazioni o di esperienze spettacolari, ma nel cercare con serietà la volontà di Dio e nel metterla in pratica ogni giorno. Solo se agirò così tu mi riconoscerai quando busserò alla tua porta e mi farai entrare alla festa nuziale, dove l'anima è ricolma di gioia e l'allegria afferra i cuori.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 6 novembre al 13 novembre

lunedì 7
 • Ore 15.30, nel salone dell’Oratorio, Pomeriggio Insieme per la terza età.

martedì 8
• Ore 16.30, catechismo per bambini e ragazzi.

mercoledì 9
• Al termine della S. Messa serale, catechesi per adulti.
• Ore 20.30, incontro del Gruppo Giovani.

giovedì 10
• Ore 16.00, incontro dell’Azione Cattolica Parrocchiale.
• Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione Eucaristica.

venerdì 11
• Ore 15.30, S. Messa in cimitero per tutti i defunti della nostra comunità parrocchiale.
• Ore 16.30, prove in Chiesa per i Cresimandi.

sabato 12
• Ore 15.00, attività del Laboratorio Artistico per bambini e ragazzi.
• Ore 18.00, il nostro vescovo Giampaolo amministrerà il Sacramento della Confermazione a 17 ragazzi. A loro l’augurio, il ricordo e la preghiera di tutta la comunità parrocchiale.

domenica 13
• Ore 10.00, 1° tappa del Cammino Catechistico: consegna della Preghiera (Padre Nostro) ai bambini del primo anno di catechismo.

Ritiro Spirituale - Pellegrinaggio ad Assisi

I giorni 8, 9 e 10 dicembre, la parrocchia organizza un ritiro spirituale ad Assisi e La Verna. Questo pellegrinaggio non prevede un percorso turistico religioso, ma si tratta di un ritiro spirituale, strutturato nella proposta di un tempo sostanzioso di preghiera, meditazione guidata e personale e celebrazione della Liturgia delle Ore e della S. Messa nei 4 principali santuari della tradizione francescana: La Porziuncola, la Tomba di San Francesco, Santa Chiara e La Verna.
Informazioni e iscrizioni presso il parroco.
Quota di partecipazione: Euro 230,00.

Fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 6 novembre al 13 novembre

domenica 6 novembre
ore 8.30 - def.to Casimiro Gobbo
- def.ti Libero e Paolo Busan
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ti Eugenio, Elisa e Silvana
- def.ti Famiglie Boschin e Trevisan
ore 18.00 - def.ta Irma Silvi
- def.to Mario Giraldi

lunedì 7 novembre
ore 8.30 - def.ti Andrea e Ottavio Querzola
ore 18.00 - def.ta Francesca Zumthor
- Secondo l’intenzione dell’offerente

martedì 8 novembre
ore 8.30 - def.to Padre Massimo
ore 18.00 - def.ti Famiglie Linardi e Fornasier

mercoledì 9 novembre
ore 8.30 - def.ta Giuseppina La Greca
ore 18.00 - def.ta Laura Larice
- def.ta Edvige Vellam
- def.to Antonio Grassi

giovedì 10 novembre
ore 8.30 - def.ti Giuseppe e Maria
- def.ta Maria Zuanni
ore 18.00 - def.ti Eugenio e Iolanda Zara
- def.to Paolo Perosa
- def.ta Gisella e def.ti Famiglia Franca

venerdì 11 novembre
ore 8.30 - def.ti Carmela, Giuseppe e Guido
ore 18.00 - def.ti Mario, Firmina e Renato Suzzi
- def.ti Lina e Pompeo Marinò
- def.to Giovanni Blasina
- def.to Luciano Marcuz

sabato 12 novembre
ore 8.30 - def.to Giovanni Sambo
ore 18.00 - def.to Sergio Strudthoff

domenica 13 novembre
ore 8.30 - def.to Rolando
- def.ti Giovanna, Umberto e Piero Ceppi
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.to Marino Bensi
- Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 18.00 - Secondo l’intenzione dell’offerente