Immagine della Madonna del Mare

Immagine della Madonna del Mare

mercoledì 24 dicembre 2008

Famiglia Parrocchiale di Natale

Natale 2008

La Comunità Francescana augura a ciascuno di voi
i più cari e affettuosi auguri per un Santo Natale.
Che la nascita di Gesù, nostro Salvatore, porti ad ogni famiglia e ad ogni persona serenità e pace; agli anziani e agli ammalati conforto e consolazione; agli sfiduciati, speranza;
ad ogni cuore, gioia vera!

Auguri
fra Andrea, parroco, i frati
e le Sorelle Francescane

In occasione del Santo Natale, oltre al ricordo e alla preghiera mia e di tutti i frati per ciascuno di voi e per le vostre famiglie, desidero donarvi questa preghiera. Mi permetto di suggerire di recitarla insieme, al momento dei pasti, in questi giorni di festa, o contemplando il presepio che spero abbiate realizzato in casa.

Sono nato nudo, dice Dio,
perché tu sappia spogliarti di te stesso.
Sono nato povero perché tu possa
considerarmi l'unica ricchezza.
Sono nato in una stalla perché tu impari
a santificare ogni ambiente.
Sono nato debole, dice Dio,
perché tu non abbia mai paura di me.
Sono nato per amore
perché tu non dubiti mai del mio amore.
Sono nato di notte
perché tu creda che posso illuminare
qualsiasi realtà.
Sono nato persona, dice Dio,
perché tu non abbia mai a vergognarti
di essere te stesso.
Sono nato uomo
perché tu possa essere "dio".
Sono nato perseguitato
perché tu sappia accettare le difficoltà.
Sono nato nella semplicità
perché tu smetta di essere complicato.
Sono nato nella tua vita, dice Dio,
per portare tutti alla casa del Padre.

Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno offerto lavoro, impegno e tempo per la preparazione, la realizzazione e la celebrazione di tutti i momenti liturgici e per tutte le attività parrocchiali durante il tempo di Avvento e in questo periodo natalizio. Un grazie particolare a Gianni e Libero per la realizzazione del presepio in Chiesa.

Grazie anche a tutti coloro che hanno manifestato, in tanti modi, l’affetto e gli auguri alla comunità dei frati.

sabato 20 dicembre 2008

FAMIGLIA PARROCCHIALE del 21-12-2008

DOMENICA 21 DICEMBRE 2008
IV° settimana del Tempo di Avvento - IV° settimana del Salterio
Letture: 2 Sam 7,1-5.8b-12.14a.16; Sal 88; Rm 16,25-27; Lc 1,26-38

La dimora vivente
Dio pone la sua dimora fra gli uomini: le pietre che la costitui­scono sono quelli dei «sì» incondizionati a Dio; Maria ne è la prima pietra viva. Poi Giuseppe, la cui disponibilità al piano di Dio assicurerà al bimbo che nascerà da Maria la discendenza regale dalla stirpe di Davide.
Per il «sì» di persone così umili, povere, attente alla volontà di Dio, Gesù, figlio di Davide, entra nella storia del mondo. Questa è la sua casa, il suo tempio.

Rassegna di presepi e mostra fotografica di edifici sacri
"Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi… Maestro dove abiti?"

È questo il titolo che desideriamo dare alla ormai tradizionale mostra di presepi che sarà allestita in Oratorio dal 28 dicembre al 6 gennaio. I presepi che avrete realizzato in casa, come pure le foto artistiche di edifici sacri, possono essere portati in Oratorio il pomeriggio del 27 dicembre per l’allestimento della mostra. (Le foto verranno prima vagliate da una commissione e devono essere stampate in formato minimo 13x18).

Concorso presepi nelle case dei bambini

Invitiamo tutti i bambini a realizzare il presepio in casa e ad iscriversi al concorso a premi presso Padre Giovanni e Michele Pianigiani.

Il presente Bollettino Parrocchiale contiene gli avvisi e le intenzioni delle Ss. Messe fino al giorno 4 gennaio 2009.

fra Andrea, parroco

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 21 dicembre 2008 al 4 gennaio 2009


martedì 23 dicembre
· Ore 16.30, ultimo giorno di catechismo parrocchiale prima della pausa natalizia. Riprende il 13 gennaio.

mercoledì 24 dicembre
· Ss. Messe ore 7.00 e 9.00. Non c’è quella delle ore 18.00.
· Ore 23.30, apertura della Chiesa.
· Ore 24.00, S. Messa della Notte di Natale e apertura e benedizione del Presepio.

giovedì 25 dicembre
NATALE DEL SIGNORE
· Orario delle Ss. Messe: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 18.00.

venerdì 26 dicembre
S.Stefano, primo martire

Orario delle Ss. Messe: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 18.00.

domenica 28 dicembre
Festa della Santa Famiglia

Nel salone dell’Oratorio, fino al 6 gennaio, apertura della mostra di presepi realizzati in casa e di fotografie, dal tema: "Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi… Maestro dove abiti?"

mercoledì 31 dicembre
Ore 18.00, S. Messa di ringraziamento per l’anno che si conclude e canto del Te Deum.

giovedì 1 gennaio
Solennità di Maria SS.ma, Madre di Dio

· Giornata Mondiale della Pace
· Orario delle Ss. Messe: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 18.00.

martedì 6 gennaio
Epifania del Signore
· Orario delle Ss. Messe: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 19.00.
· Ore 15.30, nel teatro dell’Oratorio, concerto della “Filarmonica S. Barbara”, promosso dall’ADOS.
· Ore 17.00, in Chiesa, sacra rappresentazione del “Presepio Vivente”. La S. Messa viene posticipata alle ore 19.00.

RINGRAZIAMENTI

Ringrazio di cuore tutti coloro che hanno offerto lavoro, impegno e tempo per la preparazione, la realizzazione e la celebrazione di tutti i momenti liturgici e per tutte le attività parrocchiali durante il tempo di Avvento e nel periodo natalizio. Un grazie particolare a Gianni e Libero per la realizzazione del presepio in Chiesa.
Grazie anche a tutti coloro che hanno manifestato, in tanti modi, l’affetto e gli auguri alla comunità dei frati.


INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 21 dicembre 2008 al 4 gennaio 2009


domenica 21 dicembre
ore 8.30 - def.ti Albino e Fabio Legovich
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Maria Furlani
ore 18.00 - def.ti Carlo, Lidia e Maurizio Casolli

lunedì 22 dicembre
ore 7.00 -def.ta Novella
- def.to Carlo
ore 9.00 - def.to Ottavio Querzola
ore 18.00 - def.to Biagio Zingale

martedì 23 dicembre
ore 7.00 - def.ta Bruna
ore 9.00 - def.ta Linda Zoch
ore 18.00 -

mercoledì 24 dicembre
ore 7.00 - def.ti Michele e Maria Calcagno
ore 9.00 - def.ti Laura e Pasquale Ziglio

giovedì 25 dicembre
ore 8.30 - def.to Corrado
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.to Davide Biloslav
ore 18.00 - def.te Pasquetta e Valeria

venerdì 26 dicembre
ore 8.30 - def.ti Liliana, Alvise e Maria
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.to Antonio Onofrio
ore 18.00 - def.ti Ferdinanda e Pietro Sandri

sabato 27 dicembre
ore 7.00 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 9.00 - def.to Mario Benedetti
ore 18.00 - def.ta Anita

domenica 28 dicembre
ore 8.30 - def.to Vittorio Hlaca
- def.ta Bianca Zucchi
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.to Umberto Toscano
ore 18.00 - def.ta Angela D’Agostino

lunedì 29 dicembre
ore 7.00 - def.to Clemente
ore 9.00 - def.ti Giacomo e Giovanni Sincovich
ore 18.00 - def.ti Giuseppe, Rosa, Lucia ed Emilia Trento

martedì 30 dicembre
ore 7.00 - def.ta Serena
ore 9.00 - def.ti Conferenza parrocchiale della S. Vincenzo
ore 18.00 - def.to Claudio Montenesi

mercoledì 31 dicembre
ore 7.00 - def.ta Clara Rossi
- Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 9.00 - def.ti Emma e Alemanno Gianelli
ore 18.00 - def.ti Mario, Firmina e Renato Suzzi

giovedì 1 gennaio
ore 8.30 - def.to Edoardo Ambrosino
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Maddalena Cirone
ore 18.00 - def.ta Novella Furlani

venerdì 2 gennaio
ore 7.00 - def.ti Luisa ed Emilio
- def.to Edoardo Ambrosino
ore 9.00 - def.to Italo Sartini
ore 18.00 - def.to Renato Suzzi

sabato 3 gennaio
ore 7.00 - def.to Edoardo Ambrosino
ore 9.00 - def.ti Domenico, Anna e Antonio Poretti
ore 18.00 - def.ti Edvin. Bianca e Renzo Bundi

domenica 4 gennaio
ore 8.30 - def.to Edoardo Ambrosino
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Anna Maria Trinca
ore 18.00 - def.to Ezzelino Marin

sabato 13 dicembre 2008

FAMIGLIA PARROCCHIALE del 14-12-2008

DOMENICA 14 DICEMBRE 2008 - Domenica in Gaudete
III° settimana del Tempo di Avvento - III° settimana del Salterio
Letture: Is 61,1-2.10-11; Lc 1,46-54; 1 Ts 5,16-24; Gv 1,6-8.19-28
Testimoni gioiosi di Cristo

Il precursore dell’annuncio di gioia ai poveri si autodefinisce «voce di uno che grida»; non è lui «la luce». Egli vuole «rendere testimonianza alla luce» (vangelo). Il portatore della «Buona Novella» — il Cristo — sta già in mezzo ai suoi, eppure «non lo conoscono»; egli è la «Parola», è la «Luce» e non è ascoltato, non è visto. Egli sta in mezzo a noi e noi rischiamo di non riconoscerlo se ci limitiamo a vedere in lui l’eroe di un messianismo umano, il teorico di una fratellanza o di una felicità terrestre, il taumaturgo straordinario. Il segreto della personalità dell’Uomo-Dio rivela un’attenzione speciale ai poveri e agli umili che hanno fede e si abbandonano a Dio, e sottolinea il capovolgimento che l’arrivo del «giorno del Signore» porterà con sé nelle strutture umane. L’intervento di Gesù nella storia genera attorno a sé un’atmosfera di entusiasmo e di gioia. Gesù è l’iniziatore definitivo di questa gioia che viene dall’alto e che è dono dei Padre: «In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi» (1 Gv 4,10). Il «magnificat» della Vergine Maria esprime meravigliosamente la tonalità fondamentale della gioia cristiana (salmo responsoriale). Però occorre non ingannarsi: il rendimento di grazie non è l’atteggiamento passivo di uno che riconosca soltanto che tutto gli viene dall’alto; è la gioia di chi scopre di essere chiamato a contribuire all’edificazione dei mondo, nella prospettiva stupendamente sintetizzata dal II prefazio dell’avvento: «Lo stesso Signore, che ci dona di prepararci con gioia al mistero del suo Natale, ci trovi vigilanti nella preghiera, esultanti nella sua lode». Il cristiano sente di vivere sulla terra un’esistenza uguale a quella di qualsiasi altro uomo, ma di avere in più una certezza di salvezza ed un senso della storia che gli permettono di riconoscere in tutti gli avvenimenti il Regno che viene. Questo gli procura una gioia profonda che egli testimonia non fuggendo la propria condizione ma considerandola come una tappa della venuta del Signore. Diventa così il segno reale della venuta del Signore.

Le realtà associative presenti in parrocchia:
L’azione cattolica (parte SECONDA)

(continua…) L’itinerario formativo, articolato in cinque tappe, segue un duplice movimento: -dalla Vita alla Parola : ci si interroga sulla vita, si prosegue poi con l’ascolto della Parola, quest’anno tratta dal vangelo di Marco, per confrontarsi infine con la proposta evangelica, ma anche con l’insegnamento del Magistero, con quella parola vissuta e tramandata dalla vita della Chiesa; -dalla Parola alla Vita : si ritorna alla vita, iniziando con una rilettura dell’esperienza battesimale, riscoprendone i “segni” che la esprimono e i risvolti esistenziali che ne derivano e proseguendo con il discernimento comunitario, momento delle scelte concrete, personali e comunitarie, scaturite dalla riflessione maturata su un tema del Vangelo o del Magistero della Chiesa. L’Associazione parrocchiale partecipa anche alle iniziative diocesane dell’A.C.: veglie di preghiera, incontri interreligiosi, visite particolari alle Chiese di Trieste, gite-pellegrinaggi, soggiorno estivo a Borca di Cadore. E’ in corso di preparazione l’Incontro –Festa per tutti gli Adult…issimi, che avrà luogo domenica 21 dicembre 2008, dalle ore 15 alle 19, nell’Oratorio di Via don Sturzo,4 e che prevede un momento di preghiera in preparazione al Natale nella cripta della chiesa, una grande tombola, degustazioni varie (di quello che ognuno potrà condividere) una festa - insieme con musica. L’INVITO A PARTECIPARE E’ PER TUTTI.
(Marisa Creglia)


Rassegna di presepi e mostra fotografica di edifici sacri
"Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi… Maestro dove abiti?"

È questo il titolo che desideriamo dare alla ormai tradizionale mostra di presepi che sarà allestita in Oratorio dal 28 dicembre al 6 gennaio. I presepi che avrete realizzato in casa, come pure le foto artistiche di edifici sacri, possono essere portati in Oratorio il pomeriggio del 27 dicembre per l’allestimento della mostra.
(Le foto verranno prima vagliate da una commissione e devono essere stampate in formato minimo 13x18).

Concorso presepi nelle case dei bambini

Invitiamo tutti i bambini a realizzare il presepio in casa e ad iscriversi al concorso a premi. Una giuria passerà a vedere e fotografare quanto realizzato il 27 e il pomeriggio del 28 dicembre. La premiazione avverrà il giorno dell’Epifania, il 6 gennaio, dopo la S. Messa delle ore 10.00.
Raccoglieranno le iscrizioni Padre Andrea, Padre Giovanni e Michele Pianigiani.

fra Andrea, parroco

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 14 dicembre al 21 dicembre 2008

domenica 14 dicembre
· Durante la S. Messa delle ore 10.00, seconda tappa del cammino catechistico, consegna del Vangelo ai bambini del 2° anno.
· Ore 20.45, in Chiesa, concerto natalizio della Corale Nuovo Accordo. Direttore Andrea Mistaro.
martedì 16 dicembre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale. Confessione per i ragazzi.
mercoledì 17 dicembre
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, catechesi tenuta dal parroco, per giovani e adulti, dal tema: In cammino con San Paolo, la sua vita e i suoi scritti.
giovedì 18 dicembre
· Ore 15.30, incontro dell’Azione Cattolica Parrocchiale.
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, esposizione e adorazione del Santissimo Sacramento.
venerdì 19 dicembre
· Tanti auguri a Padre Dario nel giorno del suo onomastico
· Ore 19.00, dopo la S. Messa serale, celebrazione del Sacramento della Riconciliazione. Dopo una breve riflessione ed esame di coscienza, i frati e altri sacerdoti sono a disposizione per le confessioni personali.

Vendita di torte e dolci


Dalla vendita di dolci e torte avvenuta lunedì 8 dicembre, solennità dell’Immacolata Concezione, davanti alla Chiesa, abbiamo ricavato € 821,40, così suddivisi: € 300 per le attività dell’Oratorio Parrocchiale, € 521,40 per la S. Vincenzo parrocchiale. Grazie di cuore a tutti per la vostra attenzione e generosità.

Mercatino natalizio di Beneficienza

Fino a domenica 21 dicembre, presso l’Oratorio (Via Don Sturzo 4) è allestito un mercatino di beneficienza a favore della S. Vincenzo e per l’Oratorio. Fin da ora, grazie a tutti per l’aiuto, il sostegno e la collaborazione.

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 14 dicembre al 21 dicembre 2008

domenica 14 dicembre
ore 8.30 - def.ta Lucia Trani
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.te Sabina e Fernanda Bastiani
ore 18.00 - def.ti fam. Giraldi e Bazzaro
lunedì 15 dicembre
ore 7.00 - def.ta Maria
ore 9.00 - def.ti Natalia e Marco Coslovich
ore 18.00 - def.to Liliano Pertoth
martedì 16 dicembre
ore 7.00 - def.ta Erminia Brelich
ore 9.00 - def.to Aldo Orlandi
ore 18.00 - def.ti Iso e Angelo Tassi
mercoledì 17 dicembre
ore 7.00 - def.ta Irma Ippoliti
ore 9.00 - def.to Danilo Girardello
ore 18.00 - def.ti Pietro e Gabriella Bartole
giovedì 18 dicembre
ore 7.00 - def.te Francesca e Maria
ore 9.00 - def.ti Claudio, Guglielmina e Antonio Torcello
ore 18.00 - def.ta Carla Mian (obitus)
venerdì 19 dicembre
ore 7.00 - def.ti Massimo Del Neri
ore 9.00 - def.to Flavio Laudato
ore 18.00 - def.ti Michele e Livio Milazzo
sabato 20 dicembre
ore 7.00 - def.ti Aurelia, Vincenzo e Amalia D’Ambrosio
- def.ti Luigi e Maristella Zaccariotto
ore 9.00 - def.to Alessandro Fornasier
ore 18.00 - def.ta Liana Mirarchi
domenica 21 dicembre
ore 8.30 - def.ti Albino e Fabio Legovich
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Maria Furlani
ore 18.00 - def.ti Carlo, Lidia e Maurizio Casolli

sabato 6 dicembre 2008

Famiglia Parrocchiale del 07-12-2008

DOMENICA 7 DICEMBRE 2008
II° settimana del Tempo di Avvento - II° settimana del Salterio
Letture II° Avvento: Is 40,1-5.9-11; Sal 84; 2 Pt 3,8-14; Mc 1,1-8
Letture Imm. Conc.: Gn 3,9-15.20; Sal 97; Ef 1,3-6.11-12; Lc 1,26-38

Preparate la strada al Signore

Giovanni, nel compiersi del tempo messianico, invita ad esprimere, attraverso un segno che non è soltanto cerimoniale, la volontà di conversione e la speranza dei tempi nuovi, caratterizzati dall’effusione dello Spirito Santo. In questi tempi nuovi, che per noi sono già cominciati, anche se non ancora del tutto realizzati, l’invito alla conversione sfocia necessariamente in gesti significativi, «sacramentali» nel senso più ampio della parola. Tra essi vi sono certamente il battesimo e la penitenza, momenti privilegiati d’incontro con il Dio che salva e che perdona, ma anche gli atteggiamenti concreti della comunità e dei singoli (condividere, perdonare, accogliere...) da cui traspare la realtà di un cuore nuovo. Sono quelli indicati nell’immagine del «preparare la strada».
Forse, visti con occhi profani, possono apparire come povere, inutili cose: in realtà invece, nei gesti di un uomo e di una comunità rinnovati, chi sa leggere intravede «nuovi cieli e una terra nuova, nei quali avrà stabile dimora la giustizia».

Immacolata: Un segno dei tempi nuovi


Il tema dell’Immacolata è centrale per l’Avvento che prepara a rivivere il «mistero della Redenzione» in avvenimenti dove la grazia fa irruzione in modo sovrabbondante. L’Incarnazione del Verbo, l’esultanza del Precursore nel seno materno, il Magnificat, il «Gloria!» degli angeli, la gioia dei pastori, la luce dei magi, la consolazione di Simeone e Anna, la teofania al Giordano anticipano i segni dei tempi nuovi.
La liturgia rende presente in mezzo alla nostra assemblea la potenza che ha preservato la Vergine dal peccato: celebra infatti nell’Eucaristia lo stesso mistero della redenzione, di cui Maria per prima ha goduto i benefici e al quale noi partecipiamo, secondo la nostra debolezza e le nostre forze.

Le realtà associative presenti in parrocchia:
L’azione cattolica (parte prima)

8 dicembre : Festa dell’Adesione dell’Azione Cattolica parrocchiale

Come ogni anno, in occasione della solennità dell’Immacolata, l’Azione Cattolica parrocchiale si appresta a rivivere il momento del rinnovo dell’adesione all’associazione. Il carattere dell’AC è il vivere la propria vocazione laicale nel servizio corresponsabile alla missione evangelizzatrice di tutta la Chiesa, attraverso un cammino continuo di formazione spirituale, per crescere come laici e come cristiani nel mondo.
L’attuale Azione Cattolica parrocchiale è costituita da un gruppo di persone adulte, che si riuniscono due volte al mese, nei locali del convento, per seguire un programma formativo sistematico e progressivo, finalizzato quest’anno, a fare il punto sul proprio incontro personale e comunitario con il Signore. Partendo dalla domanda fondamentale che viene da Gesù: “ E voi chi dite che io sia” (Mc.) si vuole riscoprire e ritrovarsi nel Volto umano e divino, sfigurato e crocifisso, trasfigurato, risorto e glorioso di Cristo, Figlio di Dio, raccontato dall’Evangelista Marco e dal discepolo Paolo. Ogni tratto del Volto permette di analizzare via via i tratti autentici e ambigui del nostro volto: le relazioni, il potere, il servizio, la dinamica morte/vita, i segni della speranza nuova. (continua…)

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 7 dicembre al 14 dicembre 2008

lunedì 8 novembre
Solennità dell’Immacolata Concezione
· Festa di precetto. L’orario delle Ss. Messe è quello festivo.
· Durante la S. Messa delle ore 8.30, festa associativa dell’AC.

martedì 9 dicembre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

mercoledì 10 dicembre
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, catechesi tenuta dal parroco, per giovani e adulti, dal tema: In cammino con San Paolo, la sua vita e i suoi scritti.

giovedì 11 dicembre
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, esposizione e adorazione del Santissimo Sacramento.

sabato 13 dicembre
· Ore 16.00, in Chiesa, momento di preghiera animato dai bambini del catechismo insieme ai loro genitori e scambio di auguri.

Domenica 14 dicembre
· Durante la S. Messa delle ore 10.00, seconda tappa del cammino catechistico, consegna del Vangelo ai bambini del 2° anno.
· Ore 20.45, in Chiesa, concerto natalizio.

Vendita di torte e dolci
Lunedì 8 dicembre, solennità dell’Immacolata Concezione, davanti alla Chiesa, sarà allestita una bancarella per la vendita di torte e dolci, il cui ricavato verrà suddiviso tra la S. Vincenzo parrocchiale e le attività dell’Oratorio. Si invitano numerosi e volenterosi cuochi e cuoche a preparare e donare dolci che poi verranno venduti. Per informazioni e per l’organizzazione, contattare la sig.ra Annamaria Storaci.

Mercatino natalizio di Beneficienza
Fino a domenica 21 dicembre, presso l’Oratorio (Via Don Sturzo 4) è allestito un mercatino di beneficienza a favore della S. Vincenzo e per l’Oratorio. Fin da ora, grazie a tutti per l’aiuto, il sostegno e la collaborazione.

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 7 dicembre al 14 dicembre 2008

domenica 7 dicembre
ore 8.30 - def.ta Antonia Santin
ore 10.00 - def.ta Francesca Zumthor
ore 11.30 - def.ta Angelina Modugno
ore 18.00 - def.ti Maria Cristina, Giuseppa e Pasquale Agnello

lunedì 8 dicembre
ore 8.30 - def.to Ottavio Querzola
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ti Mario e Martino Sonce
ore 18.00 - def.te Lucia e Angela Madrussani

martedì 9 dicembre
ore 7.00 - def.ti Marcello e Bruno Rossi
ore 9.00 - def.ta Maria Bernich
ore 18.00 -

mercoledì 10 dicembre
ore 7.00 - def.ta Bianca Bendagli
- def.ti Pino e Ernesto Lo Piano
ore 9.00 - def.ta Fines
ore 18.00 - def.to Paolo Perosa

giovedì 11 dicembre
ore 7.00 - def.ti Lucia e Francesco Fonda
ore 9.00 - def.ti Giuseppe, Guido e Carmela Zorzet
ore 18.00 - def.ti Marcella e Pio Pozzecco

venerdì 12 dicembre
ore 7.00 - def.ti Eugenio, Elisa e Silvana Garbellotto
ore 9.00 - def.te Giuseppina e Andreina Drioli
ore 18.00 - def.to Giorgio Vidali (obitus)

sabato 13 dicembre
ore 7.00 - def.to Rolando
- def.ta Lucia
ore 9.00 - def.ta Lucia Mulich
ore 18.00 - def.ta Maria Aiello

domenica 14 dicembre
ore 8.30 - def.ta Lucia Trani
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.te Sabina e Fernanda Bastiani
ore 18.00 - def.ti fam. Giraldi e Bazzaro




sabato 29 novembre 2008

FAMIGLIA PARROCCHIALE del 30-11-2008

DOMENICA 30 NOVEMBRE 2008
I° settimana del Tempo di Avvento - I° settimana del Salterio
Letture: Is 63,16b-17.19b; 64,2-7; Sal 79; 1 Cor 1,3-9; Mc 13,33-37


Verrà a salvarci
per mezzo del Figlio

Un Dio salvatore e redentore viene spesso in mente quando le cose vanno male o una situazione sembra insolubile. Ma è corretta una simile concezione di Dio e della sua manifestazione in mezzo a noi? E giusto chiedere alla sua onnipotenza di risolvere i nostri guai? Non è più dignitoso per l’uomo accettare la propria sconfitta e sfidare un destino avverso con le proprie forze, anziché ricorrere alla forza di Dio? Certo, una purificazione dell’immagine che abbiamo di Dio s’impone: ma l’affermazione della sua trascendenza non porta a concludere che egli non si interessi di noi in modo caldo, concreto, imprevedibile come l’amore. Egli è un «Dio degli uomini», non il Dio cosmico lontano e perfetto nel suo essere divino. Egli ha posto in noi la sua immagine e perciò la nostra identità non può prescindere dalla sua fisionomia: egli, che ci ha dato la vita, fa parte della nostra storia, e perciò il nostro avvenire non si compie che attuando i suoi progetti; egli ci ha creati liberi, e perciò non forza le nostre decisioni, ma interviene con dolcezza e aspetta con pazienza che accettiamo di dialogare con lui come persone.
Il cristiano riconosce Dio come Padre e Redentore, e afferma che la liberazione dal peccato e dal male non è possibile senza l’intervento di Dio. Ma da quando il Padre ha mandato suo Figlio fra gli uomini, il cristiano non aspetta più i prodigi di un Dio che ristabilisca l’ordine come dal di fuori. Egli sa che Dio agisce attraverso il Figlio; sa che il «Redentore» collabora con l’uomo e dà al suo inserimento nel mondo un significato di salvezza. Perché, come afferma Paolo (seconda lettura), «in lui (Gesù) siete stati arricchiti di tutti i doni, quelli della parola e quelli della scienza».
Se è così che Dio viene, è chiaro allora quale deve essere il nostro giusto atteggiamento: fidarci di Dio, disporre la nostra vita nella linea del servizio e della collaborazione al suo progetto; non arroccarci in ciò che è vecchio e collaudato; essere pronti alla perenne novità di Dio; non dormire, ma vegliare con amore per riconoscerlo nella sua continua venuta (vangelo). «Quando verrà di nuovo nello splendore della sua gloria» (I pref. dell’avvento), quando avrà termine la nostra avventura di «poveri», ci sarà svelato il vero volto e ci sarà data la piena comunione di vita con il nostro Dio, il Padre del Signore Gesù Cristo.


AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 30 novembre al 7 dicembre 2008

domenica 30 novembre Prima domenica del Tempo di Avvento
· Apre in Oratorio un mercatino di beneficienza. Il ricavato sarà a favore della S. Vincenzo parrocchiale e per le attività dell’Oratorio parrocchiale.

martedì 2 dicembre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

mercoledì 3 dicembre
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, catechesi tenuta dal parroco, per giovani e adulti, dal tema: In cammino con San Paolo, la sua vita e i suoi scritti.

giovedì 4 dicembre
· Giornata di preghiera per le Vocazioni.

venerdì 5 dicembre Solennità della dedicazione della nostra Chiesa Parrocchiale
· Primo venerdì del Mese, dedicato al Sacro Cuore di Gesù.
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, esposizione e adorazione del Santissimo Sacramento.

sabato 6 dicembre
· Ore 10.30, S. Messa dei Marittimi, presieduta dal Vescovo .

lunedì 8 dicembre Solennità dell’Immacolata Concezione
· Festa di precetto. L’orario delle Ss. Messe è quello festivo.
· Durante la S. Messa delle ore 8.30, festa associativa dell’Azione Cattolica parrocchiale
.

Mercatino natalizio di Beneficienza

Da domenica 30 novembre a domenica 21 dicembre, presso l’ingresso del salone dell’Oratorio (Via Don Sturzo 4) è allestito un mercatino di beneficienza il cui ricavato sarà suddiviso tra la S. Vincenzo, per l’aiuto ai poveri della nostra comunità parrocchiale, e l’Oratorio, per la gestione di alcune attività. Fin da ora, grazie a tutti per l’aiuto, il sostegno e la collaborazione.

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 30 novembre al 7 dicembre 2008

domenica 30 novembre
ore 8.30 - def.ta Andreina Novello
- def.ta Maddalena Cives
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.to Antonio Perossa
ore 18.00 - def.ti Alessandro, Pietro e Francesca

lunedì 1 dicembre
ore 7.00 - def.to Massimo Del Neri
ore 9.00 - def.ta Novella Furlani
ore 18.00 - def.to Fausto Zubin

martedì 2 dicembre
ore 7.00 - def.ta Matilde Leone
ore 9.00 - def.to Paolo Sardo
ore 18.00 - def.ta Angela Pede

mercoledì 3 dicembre
ore 7.00 - def.ta Bianca Bendagli
- def.ti Gino e Mario
ore 9.00 - def.to Lucio Talamo
ore 18.00 - def.to Elio Climich

giovedì 4 dicembre
ore 7.00 - def.ta Iside Bendagli
ore 9.00 - def.ta Iside Bendagli
ore 18.00 - def.ta Gabriella Leone (obitus)

venerdì 5 dicembre
ore 7.00 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 9.00 - def.ti Antonio e Carmela
ore 18.00 - def.to Giuseppe Barbaro

sabato 6 dicembre
ore 7.00 - def.ti Annamaria, Carmela, Mario, Stelio e Uccia Dressig
ore 9.00 - def.ti dell’Ordine Francescano Secolare
ore 18.00 - def.to Sergio Russo

domenica 7 dicembre
ore 8.30 - def.ta Antonia Santin
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Angelina Modugno
ore 18.00 - def.ti Maria Cristina, Giuseppa e Pasquale Agnello


martedì 25 novembre 2008

APPUNTAMENTI IN DIOCESI


Volevo segnalare a tutti un'iniziativa molto carina. Si tratta di una rassegna di letture tratte dalle lettere di San Paolo, intervallati da canti natalizi, intitolata


"Verso Betlemme - Vespro musicale d'Avvento".


Voce: Ingrid Iellenz Organo: Davide Inchingolo

L'appuntamento è per


sabato 29 novembre 2008 alle ore 20.30


presso la chiesa di Santi Pietro e Paolo.









domenica 23 novembre 2008

Concorso presepi nelle case dei bambini

La parrocchia, quest'anno, organizza il I concorso di presepi per i bambini.
Le iscrizioni dovranno pervenire entro DOMENICA 21 DICEMBRE 2008.
Verrà poi stillato un calendario con gli orari delle visite nelle case che avverranno nei giorni 27 e 28 dicembre.
Le premiazioni avverranno il giorno 06 gennaio 2009.

Da presepi

L'iscrizione può essere fatta anche in modo virtuale cliccando sul link "commenti" sotto a questo avviso e inserendo nel riquadro nome, cognome, indirizzo (dell'abitazione dove sarà allestito il presepe).

"Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi… Maestro dove abiti?"

Come annunciato negli avvisi, quest'anno, in occasione del Natale, verrà allestita una rassegna di presepi fatti in casa abbinata a una mostra di foto di edicifi sacri.


Da blog


Consigliamo di stampare le foto in un formato MINIMO 13x18 indicando sul retro della foto stessa o su una scheda abbinata:
NOME:(del fotografo)
COGNOME:
TITOLO:(della foto, va bene un semplice Chiesa xxxx- Città xxxx)

Tutte le foto verranno vagliate da una commissione e verranno esposte a partire dal giorno 28 dicembre
Termine ultimo per la consegna delle foto SABATO 27 DICEMBRE 2008.
E' consigliabile un iscrizione che si può effettuare cliccando sulla voce commenti sotto questo post e inserenzo nome, cognome e numero indicativo di foto che si volgiono portare.

sabato 22 novembre 2008

FAMIGLIA PARROCCHIALE del 23-11-2008

DOMENICA 23 NOVEMBRE 2008
XXXIII° settimana del Tempo Ordinario - II° settimana del Salterio
Letture: Ez 34,11-12.15-17; Sal 22; 1 Cor 15,20-26a.28; Mt 25,31-46



Solennità di Gesù Cristo,
Re dell’universo
Dal vangelo e dalla prima lettura emerge la figura di Cristo come pastore e re, e quindi la sua regalità che si estende e si esercita sull’umanità. L’universo di cui egli è re è costituito dalla totalità degli uomini. La seconda lettura allarga la prospettiva: l’universo comprende ogni cosa che sarà sottomessa a Dio Padre e viene redenta in rapporto a Cristo. Si ha qui una visione cosmica della regalità di Cristo.
Questa prospettiva è fatta propria dal Vaticano II, che conclude il capitolo «La missione della Chiesa nel mondo contemporaneo» della «Gaudium et Spes» con un paragrafo (n. 45) intitolato appunto «Cristo alfa e omega»: «Infatti il Verbo di Dio, per mezzo del quale tutto è stato creato, si è fatto egli stesso carne, per operare, lui, l’uomo perfetto, la salvezza di tutti e la ricapitolazione universale. Il Signore è il fine della storia umana, “il punto focale dei desideri della storia e della civiltà”, il centro del genere umano, la gioia d’ogni cuore, la pienezza delle loro aspirazioni. Egli è colui che il Padre ha risuscitato da morte, ha esaltato e collocato alla sua destra, costituendolo giudice dei vivi e dei morti. Nel suo Spirito vivificati e riuniti, noi andiamo pellegrini incontro alla finale perfezione della storia umana, che corrisponde in pieno col disegno del suo amore: “Ricapitolare in Cristo tutte le cose, quelle del cielo come quelle della terra” (Ef 1,10).
Dice il Signore stesso: “Ecco, io vengo presto, e porto con me il premio, per retribuire ciascuno secondo le opere sue. Io sono l’alfa e l’omega, il primo e l’ultimo, il principio e la fine” (Ap 22, 12-13)».
Ma questa convergenza di tutto l’universo in Cristo Signore, non è un fatto meccanico: è il frutto di una intensa attività degli uomini per la costruzione dell’umanità e del mondo, attività che viene sollecitata dall’amore divino mostrato in Cristo. Il regno di Dio si è manifestato in Cristo come amore che libera i «poveri dinanzi a Dio» (Mt 5,3), vale a dire i peccatori, gli emarginati, i disperati del corpo e dello spirito. Questo amore reso contemporaneo e attuale nella pratica delle opere di misericordia (vangelo) non si esaurisce nel presente, ma lo trascende, proiettandosi nel futuro come «giudizio finale». Di fronte al Padre, Gesù salva, per la vita eterna, coloro che lo hanno testimoniato (Mt 10,32), gli ubbidienti a lui (Mt 7,21s), coloro che sono vissuti come veri discepoli in una carità sempre disponibile al perdono (Mt 6,l4ss) e alla misericordia (Mt 5,7), e perseveranti sino alla fine (Mt 24,13).


Rassegna di presepi e mostra fotografica di edifici sacri
"Il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi… Maestro dove abiti?"


È questo il titolo che desideriamo dare alla ormai tradizionale mostra di presepi che sarà allestita in Oratorio dal 28 dicembre al 6 gennaio. I presepi che avrete realizzato in casa, come pure le foto artistiche di edifici sacri, possono essere portati in Oratorio il pomeriggio del 27 dicembre per l’allestimento della mostra.
(Le foto verranno prima vagliate da una commissione e devono essere stampate in formato minimo 13x18).


Concorso presepi nelle case dei bambini

Invitiamo tutti i bambini a realizzare il presepio in casa e ad iscriversi al concorso a premi. Una giuria passerà a vedere e fotografare quanto realizzato il 27 e il pomeriggio del 28 dicembre. La premiazione avverrà il giorno dell’Epifania, il 6 gennaio, dopo la S. Messa delle ore 10.00.
Raccoglieranno le iscrizioni Padre Andrea, Padre Giovanni e Michele Pianigiani.


Vendita di torte e dolci

Lunedì 8 dicembre, solennità dell’Immacolata Concezione, davanti alla Chiesa, sarà allestita una bancarella per la vendita di torte e dolci, il cui ricavato verrà suddiviso tra la S. Vincenzo parrocchiale e le attività dell’Oratorio. Si invitano numerosi e volenterosi cuochi e cuoche a preparare e donare dolci che poi verranno venduti.
Per ogni altra informazione e per l’organizzazione dell’evento, contattare la sig.ra Annamaria Storaci.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 23 novembre al 30 novembre 2008

Domenica 23 novembre
Solennità di Gesù Cristo, Re dell’universo

· Durante la S. Messa delle ore 10.00, amministrazione del Sacramento del Battesimo.

lunedì 24 novembre
· Ore 20.30, incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

martedì 25 novembre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale.
· Tanti auguri e il ricordo nella preghiera per Padre Giovanni, nel giorno del suo compleanno.

mercoledì 26 novembre
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, catechesi tenuta dal parroco, per giovani e adulti, dal tema: In cammino con San Paolo, la sua vita e i suoi scritti.
· Tanti auguri e il ricordo nella preghiera per Padre Dario, nel giorno del suo compleanno.

giovedì 27 novembre
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, esposizione e adorazione del Santissimo Sacramento.

sabato 29 novembre
· Giornata della Colletta Alimentare. Presso numerosi supermercati si raccolgono alimenti che poi verranno dati alle Caritas e S. Vincenzo locali per l’assistenza alle famiglie più bisognose e ai più poveri.

Domenica 30 novembre
Prima domenica del Tempo di Avvento
· Apre in Oratorio un mercatino di beneficienza. Il ricavato sarà a favore della S. Vincenzo parrocchiale e per le attività dell’Oratorio parrocchiale.
· Una preghiera per il parroco, nel giorno del suo onomastico.

Mercatino natalizio di Beneficienza

Da domenica 30 novembre a domenica 21 dicembre, presso l’ingresso del salone dell’Oratorio (Via Don Sturzo 4) è allestito un mercatino di beneficienza il cui ricavato sarà suddiviso tra la S. Vincenzo, per l’aiuto ai poveri della nostra comunità parrocchiale, e l’Oratorio, per la gestione di alcune attività. Fin da ora, grazie a tutti per l’aiuto, il sostegno e la collaborazione.

fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 23 novembre al 30 novembre 2008

domenica 23 novembre
ore 8.30 - def.ta Isa Tiveron
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Ina Poglaien
ore 18.00 - def.to Antonia Benvegnù
lunedì 24 novembre
ore 7.00 - def.ta Matilde Leone
ore 9.00 - def.ta Firmina Suzzi
ore 18.00 - def.ta Pierina Bembich (obitus)
martedì 25 novembre
ore 7.00 - def.to Corrado
ore 9.00 - def.to Mario Petti
ore 18.00 - def.to Vincenzo Indrigo
mercoledì 26 novembre
ore 7.00 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 9.00 - def.ti Stefano e Caterina Bassanese
ore 18.00 - def.ta Alena Vuki
giovedì 27 novembre
ore 7.00 - def.ti Libero e Margherita Ruzzier
ore 9.00 - def.ti Michele e Natalina
ore 18.00 -
venerdì 28 novembre
ore 7.00 - def.ta Paola Maiocco
ore 9.00 - def.ti Michele e Giovanna Rozzo
ore 18.00 - def.to Vinicio Apollinari
sabato 29 novembre
ore 7.00 - def.ti Umberto e Annunziata
ore 9.00 - def.to Guido Bernardelli
ore 18.00 - def.ti Maria e Giovanni Manzin
domenica 30 novembre
ore 8.30 - def.ta Andreina Novello
- def.ta Maddalena Cives
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.to Antonio Perossa
ore 18.00 - def.ti Alessandro, Pietro e Francesca




sabato 15 novembre 2008

FAMIGLIA PARROCCHIALE del 16-11-2008

DOMENICA 16 NOVEMBRE 2008
XXXIII° settimana del Tempo Ordinario - I° settimana del Salterio
Letture: Pr 31,10-13.19-20.30-31; Sal 127; 1 Ts 5,1-6; Mt 25,14-30


Creatività e impegno

In una parabola i particolari sono funzionali al messaggio; non tutti gli elementi hanno la stessa importanza. Nella parabola d’oggi, ciò che unifica il quadro non è tanto il dialogo tra il padrone e i due primi servitori, quanto il dialogo serrato tra il servitore condannato per la sua pigrizia e il padrone che esige una giustificazione.
La prudenza, per essere tale, richiede anche il calcolo del rischio. La ragione addotta dal servo pigro sembra a prima vista un ragionamento giusto, un comportamento che mette con le spalle al sicuro; è più sensato conservare quel poco che si ha che non perderlo.
Il servitore si crede nel giusto quando non osa rischiare e quando seppellisce il talento ricevuto per poterlo restituire intatto; si difende dicendo che il padrone «miete dove non ha seminato». Così, in nome della giustizia, contesta al suo padrone il diritto di richiedergli più di quello che gli ha dato: «Io sono giusto, sei tu che non lo sei». E’ l’atteggiamento degli operai della prima ora che sono indignati per la condotta del padrone della vigna. Sono le recriminazioni del figlio maggiore contro il padre nella parabola del «figlio prodigo».
Le argomentazioni di questa parabola sono chiaramente dirette contro gli scribi e farisei osservanti della legge, e contro quanti cercano di evitare il rischio della responsabilità, il rischio di perdere la vita. In fondo il loro ragionamento ha una sua logicità: Dio esige la perfezione; la legge esprime la sua volontà; solo un’osservanza scrupolosa della legge mette al sicuro.
La logica del padrone della parabola è però diversa. La salvezza passa attraverso il rischio: «Sapevi che mieto dove non ho seminato, perciò...».
Il dono che il servitore ha ricevuto non dà salvezza da solo; la quantità dei talenti non può costituire una sicurezza o addirittura un alibi. Il dono è per fruttificare. Chi non rischia non può guadagnare. La «venuta» del Signore, improvvisa per tutti, non permette di aspettare a trafficare i doni ricevuti. La difesa è la tattica della sconfitta. Non osare può sembrare prudenza ma alla fine è prova di pigrizia.
Chi non mette in atto l’annuncio ricevuto e non sa trarre alcun vantaggio da ciò che ha ricevuto è come l’invitato al festino che non veste l’abito di nozze o come le ragazze del corteo nuziale che non hanno riempito la lampada di olio: pigre e stolte.
Il vangelo è un messaggio da cui lasciarsi trasformare e a cui conformare tutta la propria attività. L’immagine della donna perfetta è un modello di saggezza e di comportamento che deve caratterizzare l’attesa del regno: fedeltà coniugale, lavoro, autenticità di valori (prima lettura). Non è invece un modello il terzo servo della parabola; egli ha paura del padrone, una paura che il cristiano non deve avere dal momento che nel battesimo è diventato «figlio» (seconda lettura). Però Paolo esorta: «Non dormiamo come gli altri».
Impegnare i propri talenti non è un «costruirsi» la propria fortuna, né usare le proprie capacità per sé solo, né tantomeno sciuparle: fanno parte del piano di Dio.
Il lavoro è il mezzo nel quale l’uomo attua la sua creazione. Nel «quotidiano» egli sperimenta le proprie capacità trasformatrici, la fantasia creativa. Ma nel «quotidiano» prova pure il disordine del peccato a livello personale, sociale e di strutture.
La vita del giorno d’oggi è molto dura per la maggior parte degli uomini: la concorrenza è spietata, la sicurezza professionale non esiste per nessuno, la rilassatezza dei costumi aumenta in maniera preoccupante, gli uomini si fidano gli uni degli altri in misura sempre minore. Aumenta la delinquenza, la sofferenza non risparmia nessuno e la morte resta uno spauracchio per tutti. Sull’umanità grava il pericolo di guerre, sulla terra regna tuttora lo stato d’ingiustizia, che grida vendetta, nel quale si trova il Terzo Mondo. Ognuno sperimenta a proprie spese quali conseguenze si hanno quando domina il peccato. Chi può sentirsi al sicuro?
Eppure in questa umanità, Cristo agisce come forza di rinnovamento diffondendo doni e talenti a uomini liberi che li sappiano coraggiosamente far fruttare. Dio non ha l’abitudine di sconvolgere le leggi della natura, oppure di agire al nostro posto; egli non organizza alcun sistema di sicurezza neppure per coloro che credono in lui, ma lo Spirito di Dio ci spinge a divenire uomini nuovi, cioè uomini che malgrado contraccolpi e opposizioni continuano a edificare con amore un avvenire più bello.


AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 16 novembre al 23 novembre 2008

lunedì 17 novembre
Festa di S. Elisabetta d’Ungheria, patrona dell’OFS

· Ore 17.00, incontro della Commissione Liturgica.
· Ore 20.30, incontro della Commissione Oratorio.

martedì 18 novembre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

mercoledì 19 novembre
· Ore 15.30, nella chiesa di S. Anna, in Cimitero, S. Messa per tutti i defunti della nostra comunità parrocchiale.
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, catechesi tenuta dal parroco, per giovani e adulti, dal tema: In cammino con San Paolo, la sua vita e i suoi scritti.

giovedì 20 novembre
· Ore 15.30, incontro dell’Azione Cattolica Parrocchiale.
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, Adorazione Eucaristica prolungata e guidata con canti, letture e preghiere.

sabato 22 novembre
· Ore 11.00, matrimonio di Manuel Camilli e Elena Manganaro.
· Ore 16.00, in Oratorio, attività di laboratorio per i ragazzi del dopo-cresima.
· Ore 18.00, S. Messa presieduta dal nostro Vescovo Eugenio e amministrazione del Sacramento della Cresima a 11 ragazzi della nostra comunità parrocchiale. Per loro il nostro ricordo e la nostra preghiera in questo momento così importante della loro vita.

Domenica 23 novembre
Solennità di Cristo Re dell’universo, ultima domenica del tempo ordinario
· Durante la S. Messa delle ore 10.00, amministrazione del Sacramento del Battesimo.

Consiglio Pastorale Parrocchiale

Lunedì 24 novembre, alle ore 20.30, incontro del Consiglio Pastorale Parrocchiale.

fra Andrea, parroco

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 16 novembre al 23 novembre 2008

domenica 16 novembre
ore 8.30 - def.to Giulio Babini
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Ada Innocente
ore 18.00 - def.to Liberale Radesich

lunedì 17 novembre
ore 7.00 - Per le Anime del Purgatorio
ore 9.00 - def.to Duilio Campagnolo
ore 18.00 - def.te Maria ed Elisabetta Visini

martedì 18 novembre
ore 7.00 - def.ta Francesca Maria Leone
ore 9.00 - def.to Duilio Campagnolo
ore 18.00 - def.ta Maria Fino (obitus)

mercoledì 19 novembre
ore 7.00 - def.ti Lucia, Domenico, Dino e Tullio Petener
ore 9.00 - def.to Flavio Laudato
ore 15.30 - S. Anna (Cimitero) - Tutti i defunti della Parrocchia
ore 18.00 - def.ta Fiorentina Valzacchi

giovedì 20 novembre
ore 7.00 - def.to Paolo Roccaro
ore 9.00 - def.to Ottavio Querzola
ore 18.00 - def.to Silvano Mazzolini

venerdì 21 novembre
ore 7.00 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 9.00 - def.ti Pellegrino e Maria
ore 18.00 - def.ti Danizza ed Ernesto

sabato 22 novembre
ore 7.00 - def.ti Gildo, Nina e Luciano
ore 9.00 - def.ti Giovanni e Barbara
ore 11.00 - Matrimonio Manuel Camilli e Elena Manganaro
ore 18.00 - def.ti Mario e Argia Davanzo

domenica 23 novembre
ore 8.30 - def.ta Isa Tiveron
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Ina Poglaien
ore 18.00 - def.to Antonia Benvegnù

sabato 1 novembre 2008

FAMIGLIA PARROCCHIALE del 02-11-2008

DOMENICA 2 NOVEMBRE 2008
XXXI° settimana del Tempo Ordinario - III° settimana del Salterio
Commemorazione di tutti i Fedeli Defunti

A faccia a faccia con Cristo
La morte del cristiano non è un momento al termine del suo cammino terreno, un punto avulso dal resto detta vita. La vita terrena è preparazione a quella celeste, stiamo in essa come bambini nel seno materno: la nostra vita terrena è un periodo di formazione, di lotte, di prime scelte. Con la morte l’uomo si trova di fronte a tutto ciò che costituisce l’oggetto delle sue aspirazioni più profonde: si troverà di fronte a Cristo e sarà la scelta definitiva, costruita con tutte le scelte parziali di questa vita. Cristo ci attende con le braccia aperte: l’uomo che sceglie di porsi contro Cristo, sarà tormentato in eterno dal ricordo di quello stesso amore che ha rifiutato. L’uomo che si decide per Cristo troverà in quell’amore la gioia piena e definitiva. Possiamo fare qualcosa per i defunti? Essi non sono lontani da noi: appartengono tutti alla comunità degli uomini e alla Chiesa, sia quelli che sono morti nell’abbraccio di Dio, come pure tutti coloro dei quali solo il Signore ha conosciuto la fede. La preghiera per i defunti è una tradizione della Chiesa. In ogni persona infatti, anche se morta in Stato di grazia, può sussistere un po’ di imperfezione. Morire significa anche morire al male. E’ il battesimo di morte con Cristo, nel quale trova compimento il battesimo d’acqua. Questa morte vista dall’altro lato — così crede la Chiesa — può essere una purificazione, il definitivo e totale ritorno alla luce di Dio. Quanto tempo durerà? Non siamo in grado di determinare né tempo né luogo né come. Ma, partendo dal nostro punto di vista umano, c’è un tempo durante il quale noi consideriamo qualcuno come «trapassato» e lo aiutiamo con la nostra preghiera.

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 2 novembre al 16 novembre 2008

domenica 2 novembre
Commemorazione di tutti i fedeli defunti
· Ore 15.30, S. Messa in Cimitero, presieduta dal nostro Vescovo.
· Ore 20.30, in Cattedrale, veglia di preghiera in onore del Patrono San Giusto.

lunedì 3 novembre
· Solennità di San Giusto, Patrono della Città e della Diocesi.
· Al mattino solenne celebrazione in Cattedrale.

martedì 4 novembre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

giovedì 6 novembre
· Ore 15.30, incontro dell’Azione Cattolica Parrocchiale.

venerdì 7 novembre
· Primo Venerdì del Mese, dedicato al Sacro cuore di Gesù.
· Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione del Ss. Sacramento.

Domenica 9 novembre
· Giornata del Ringraziamento: Momento di preghiera, riflessione e ringraziamento per tutti i benefici ricevuti.
· Dedicazione della Basilica Lateranense.
· Ore 21.00, in Chiesa, concerto diretto da Andrea Semeraro. Verrà eseguito il “Requiem” di Mozart, in ricordo di Ixis (vd locandina).

Martedì 11 novembre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale.

Giovedì 13 novembre
· Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione del Ss. Sacramento.

Attività del “dopo-cresima” e per i ragazzi
Il sabato pomeriggio, alle ore 16.00, presso il salone dell’Oratorio, si svolgono attività di laboratorio manuale per i ragazzi in preparazione al mercatino di beneficienza di Natale e di seguito anche l’incontro per i giovani del “dopo-cresima”.

fra Andrea, parroco

Da parrocchia


INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 2 novembre al 16 novembre 2008

domenica 2 novembre
ore 8.30 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 10.00 - def.ti Natale, Francesco ed Elisabetta Mevglja
ore 11.30 - def.ti Mario, Firmina e Renato Suzzi
ore 18.00 - def.ti Fam. Linardi e Fornasier

lunedì 3 novembre
ore 7.00 - def.ti Fam. Antonini
ore 9.00 - def.to Manfredi Servello
ore 18.00 - def.te Matilde e Lina Bernardelli

martedì 4 novembre
ore 7.00 - def.ta Ada
- def.to Carlo Di Martino
ore 9.00 - def.ti Ida e Giuseppe Suplina
ore 18.00 - def.ta Carla Novello

mercoledì 5 novembre
ore 7.00 - def.to Casimiro Gobbo
ore 9.00 - def.ti Vincenzo, Aurelia e Amalia D’Ambrosio
ore 18.00 - def.to Marino Sauli

giovedì 6 novembre
ore 7.00 - def.ti Francesco, Giovanni e Tommaso
ore 9.00 - def.ta Maria Jerman
ore 18.00 - def.ta Francesca Leone (obitus)

venerdì 7 novembre
ore 7.00 - def.ti Ines, Giulio e Anita Pavan
ore 9.00 - def.ti Vincenzo, Aurelia e Amalia D’Ambrosio
ore 18.00 - def.ti Rosa, Giuseppe ed Emilia Trento

sabato 8 novembre
ore 7.00 - def.ti Mario, Maria e Matteo Poldrugo
ore 9.00 - def.ti Attilio, Libera e Iolando
ore 18.00 - def.ti Vincenzo, Aurelia e Amalia D’Ambrosio

domenica 9 novembre
ore 8.30 - def.to Giovanni Blasina
ore 10.00 - def.to Antonio Grassi
ore 11.30 - def.to Giuseppe
ore 18.00 - def.to Gianni Prodan

lunedì 10 novembre
ore 7.00 - def.ti Giuseppina e Luciano
ore 9.00 - def.to Sergio Srrudof
ore 18.00 - def.ti Antonio, Caterina, Vilma, Guido, Silvio e Andrea Lenuzzi

martedì 11 novembre
ore 7.00 - def.to Mario Battaglia
- def.ti Luca e Linda
ore 9.00 - def.ti Guido, Carmela e Giuseppe Zorzet
ore 18.00 - def.to Paolo Perosa

mercoledì 12 novembre
ore 7.00 - def.ti Eugenio, Elisa e Silvana Garbellotto
ore 9.00 - def.to Renato Suzzi
ore 18.00 - def.ta Lina Pompei

giovedì 13 novembre
ore 7.00 - def.to Rolando
ore 9.00 - def.ti Giuseppe e Assunta
ore 18.00 - def.ta Berta Krasovec (obitus)

venerdì 14 novembre
ore 7.00 - def.to Eraldo Sartori
ore 9.00 - def.ti Fam. Giraldi e Bazzaro
ore 18.00 - def.ti Antonio e Maria Checco

sabato 15 novembre
ore 7.00 - def.ta Maria
ore 9.00 - def.ti Ordine Francescano Secolare
ore 18.00 - def.ta Claudia Sbisà

domenica 16 novembre
ore 8.30 - def.to Giulio Babini
ore 10.00 - Per l’assemblea
ore 11.30 - def.ta Ada Innocente
ore 18.00 - def.to Liberale Radesich

lunedì 27 ottobre 2008

FAMIGLIA PARROCCHIALE del 26-10-2008


DOMENICA 26 OTTOBRE 2008
XXX° settimana del Tempo Ordinario - II° settimana del Salterio
Letture: Es 22,20-26; Sal 17; 1 Ts 1,5c-10; Mt 22,34-40

Amare l’uomo
per amare Dio


Bisogna allontanarsi dagli uomini per trovare Dio? E chi ha trovato Dio può ancora ritornare verso gli uomini e vivere con loro, interessarsi di loro e lavorare con loro e per loro?
In altre parole, l’amore di Dio e l’amore degli uomini sono compatibili o, al contrario, l’uno esclude l’altro in modo che bisogna assolutamente operare una scelta?
Ognuna di queste domande ha ricevuto da Gesù una risposta essenziale: il primo comandamento è di amare Dio, e il secondo, che gli è simile, è di amare gli uomini. Non si può, dunque, pensare che l’entrata di Dio in una coscienza provochi l’esclusione dell’uomo. Anzi, i testi più sicuri del messaggio dell’Antico Testamento e di Gesù ci portano a credere con certezza che l’incontro con Dio rinnova e perfeziona l’attenzione e la sollecitudine verso gli uomini.
«Dio quando si rivela personalmente lo fa servendosi delle categorie dell’uomo. Così egli si rivela Padre, Figlio, Spirito di amore; e si rivela supremamente nell’umanità di Gesù Cristo. Per questo, non è ardito affermare che bisogna conoscere l’uomo per conoscere Dio; bisogna amare l’uomo per amare Dio» (RdC 122b).
Ma occorre approfondire alcuni problemi che sono imposti dagli stessi testi evangelici. Bisogna amare gli uomini, ma bisogna anche guardarsi dal mondo, saper lasciare il padre e la madre... Come accordare tra loro proposizioni che, a tutta prima, sembrano andare in direzione opposta? Dovendo assolutamente scegliere tra l’uomo e Dio, come fare? L’amore degli uomini non minaccia, a volte, l’amore di Dio?
Mai la Scrittura e la tradizione cristiana hanno permesso al cri­stiano di disinteressarsi dell’uomo, sotto il pretesto di interessarsi unicamente di Dio. Mai hanno lasciato di indicare nel servizio dell’uomo un modo di servire Dio. L’attenzione a Dio e l’attenzione all’uomo non sono così facilmente separabili.
Il coltivare la «vita interiore» è un valore cristiano, un valore permanente, come il bisogno di raccoglimento. Però la «vita interiore», quando è cristiana, non solamente non è monologo, ma neppure un parlare con Dio solo. Incontrando Dio nell’orazione il cristiano, più o meno presto, incontra inevitabilmente gli uomini che Dio crea e vuol salvare.
Egli non può non sottoscrivere queste righe del p. Ricoeur: «La mia vita interiore è la sorgente delle mie relazioni esteriori. All’opposto delle sapienze meditative e contemplative della fine del paganesimo greco o dell’Oriente al di là dell’Indo, la predicazione cristiana non ha mai opposto l’essere al fare, l’interiore all’esteriore, la teoria alla prassi, la preghiera alla vita, la fede alle opere, Dio al prossimo. E’ sempre nel momento in cui la comunità cristiana si disfa o la fede decade, che la si vede abbandonare il mondo e le sue responsabilità e ricostruire il mito dell’interiorità. Allora il Cristo non è più riconosciuto nella persona del povero, dell’esiliato, del prigioniero».
Il cristiano può allontanarsi momentaneamente dagli uomini, per pregare, per non pensare che a Dio. Può fare un’ora di meditazione senza ritrovare, espressamente, nella contemplazione di un mistero divino, il pensiero dei bisogni degli uomini... Questo, anzi, diventa, in certi momenti, una sentita necessità. Nella vita cristiana come nella vita umana in genere, esistono normalmente dei ritmi; si va dalla contemplazione all’azione, e dall’azione alla contemplazione. Ma l’allontanamento dagli uomini è sempre solo provvisorio. Così, come accade all’interno della nostra esistenza nella quale si succedono momenti di ritiro a momenti di intensa attività, anche all’interno della Chiesa vediamo contemplativi e attivi. Il mistero di Cristo è vissuto nella Chiesa dal suo complesso, nell’insieme dei suoi membri e in quello dei secoli.
Il contemplativo serve gli uomini servendo Dio, l’attivo serve Dio servendo gli uomini. I due esprimono, specializzandosi nell’imitazione dei Cristo, uno stesso e unico mistero: quello della vita religiosa del Verbo incarnato. Così è capitato e capita ancora nella storia della Chiesa. Il santo Curato d’Ars sospirava il convento e la solitudine mentre si prodigava fino in fondo a favore degli uomini; e il convento ha dato alla Chiesa grandi papi, grandi vescovi, grandi riformatori e missionari che sono passati dalla contemplazione e dalla solitudine all’azione più indefessa e senza soste.

ORARIO CELEBRAZIONI

Orario Festivo: 8.30 - 10.00 - 11.30 - 18.00
Orario Feriale: 7.00 - 9.00 - 18.00
Lodi Mattutine: nella S. Messa delle 7.00 e alle 8.40
Vespri: al termine della S. Messa serale
S. Rosario: alle ore 17.30

AVVISI PARROCCHIALI
settimana dal 26 ottobre al 2 novembre 2008


domenica 26 ottobre
· Stanotte si è passati dall’ora legale a quella solare. Le lancette vanno spostate indietro di un ora.
· Durate la S. Messa delle ore 10.00, I° Tappa del cammino catechistico parrocchiale: La consegna del Padre Nostro ai bambini del primo anno di catechismo.
· Al termine della S. Messa delle ore 10.00, in Oratorio, prove di canto per i bambini con Padre Giovanni.

martedì 28 ottobre
· Ore 16.30, catechismo parrocchiale.
· Ore 20.30, nella sala con entrata da P.le Rosmini, incontro con i genitori i cui figli riceveranno il Sacramento della Confermazione il prossimo 22 novembre.

mercoledì 29 ottobre
· Dopo la S. Messa delle ore 18.00, catechesi tenuta dal parroco, per giovani e adulti, dal tema: In cammino con San Paolo, la sua vita e i suoi scritti.

giovedì 30 ottobre
· Al termine della S. Messa serale, esposizione e adorazione del Ss. Sacramento.

Sabato 1 novembre
Solennità di Tutti i Santi
· L’orario delle S. Messe è Festivo: 8.30 - 10.00 - 11.30 e 18.00.

Domenica 2 novembre
Commemorazione di tutti i fedeli defunti
· Ore 15.30, S. Messa in Cimitero, presieduta dal nostro Vescovo.
· Ore 20.30, in Cattedrale, veglia di preghiera in onore del Patrono San Giusto.

Giornata Missionaria Mondiale

Domenica scorsa, in occasione della Giornata Missionaria Mondiale, sono stati raccolti € 1.059,50. Queste offerte saranno portate in Curia a beneficio delle Missioni Diocesane. Grazie di cuore per la vostra generosità.

INTENZIONI SS. MESSE
settimana dal 26 ottobre al 2 novembre 2008

domenica 26 ottobre
ore 8.30 - def.to Pietro
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ti Mario e Alma Paoluzzi
ore 18.00 - def.to Ezio Longo

lunedì 27 ottobre
ore 7.00 - def.ti Giovanni e Claudio Viviani
ore 9.00 - def.to Antonio Servello
ore 18.00 - def.to Bruno Redolfi

martedì 28 ottobre
ore 7.00 - def.te Rosanna e Nerina
ore 9.00 - def.ta Maria Vidali
ore 18.00 - def.ti Saura e Firmino Bettaccini

mercoledì 29 ottobre
ore 7.00 - def.to Don Libero Pellaschier
ore 9.00 - def.ti Antonio e Pasqualina
ore 18.00 - def.ti Angelo, Maria e Tea Simoni

giovedì 30 ottobre
ore 7.00 - def.to Alfonso Donato
ore 9.00 - def.ti Fam. Tiveron e Pretotto
ore 18.00 - def.ta Ada Turra

venerdì 31 ottobre
ore 7.00 -
ore 9.00 - def.ta Giulia Fondelli
ore 18.00 - def.ta Salvatrice Giuffrida (obitus)

sabato 1 novembre
ore 8.30 - def.ti Fam. Mulich
ore 10.00 - Per l’Assemblea
ore 11.30 - def.ta Irma Ippoliti
ore 18.00 - def.ta Novella Furlani

domenica 2 novembre
ore 8.30 - Secondo l’intenzione dell’offerente
ore 10.00 - def.ti Natale, Francesco ed Elisabetta Mevglja
ore 11.30 - def.ti Mario, Firmina e Renato Suzzi
ore 18.00 - def.ti Fam. Linardi e Fornasier

fra Andrea, parroco